Maskelynite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Minerale}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

La maskelynite è un minerale vetroso che si ritrova nelle meteoriti e nei crateri meteoritici: ha preso il nome dal geologo inglese Mervin Herbert Nevil Story-Maskelyne. La maskelynite ha una composizione simile al plagioclasio con cui s'identifica se fusa e ricristallizzata.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La maskelynite è stata scoperta per la prima volta nel 1872 nella meteorite di Shergotty da Gustav Tschermack come vetro isotropo di origine sconosciuta con una composizione simile alla Labradorite: minerali vetrosi simili furono trovati nelle meteoriti condritiche e nelle meteoriti di origine marziana (SNC). Nel 1963, D.J.Milton e P.S. de Carli hanno creato vetri simili alla maskelynite sottoponendo gabbro a onde di shock esplosive: nel 1967 T.E.Bunch e altri, hanno identificato della maskelynite nei crateri meteorici di Clearwater West e di Manicouagan.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente si ritenne che la maskelynite derivasse dalla trasformazione in vetro diapletico del plagioclasio allo stato solido sottoposto a pressioni relativamente basse (250 - 300 kilobar) e a basse temperature (350 °C) causate da onde di shock (esperimento di Milton e de Carli): dal 1997 questa teoria è stata messa in dubbio, ed attualmente si ritiene che il vetro della maskelynite si formi dalla solidificazione di minerali ad alta densità fusi da onde di shock che danno origine a onde di pressioni più elevate.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia