Mas'ud I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Rukn al-Dīn Masʿūd, anche Masʿud I o Mesud I (in arabo: ركن الدين مسعود; Lingua turca I. Mesud; fine XI secolo10 febbraio 1156[1]), fu sultano del Sultanato turco di Iconio (o di Rum) dal 1116 al 1156. Apparteneva alla dinastia selgiuchide.

Il suo sultanato fu contraddistinto dalla vittoria selgiuchide ottenuta ai danni della compagine crociata di 20.000 uomini guidata dall'Imperatore germanico Corrado III. La battaglia di Dorylaeum dell'aprile del 1147 arrise infatti alle sue armi e i Crociati tedeschi persero sul campo ben 18.000 uomini, costringendo Corrado III a tornare sui suoi passi e a unire ciò che restava dei suoi guerrieri alle forze del re Luigi IX di Francia.

Alla sua morte nel 1156 scoppiò una guerra civile tra i figli per conquistare il trono, e di ciò approfittò l'Imperatore bizantino Manuele I Comneno (1143-1180), per sottrarre ai turchi selgiuchidi alcuni loro territori.

La guerra civile fu vinta dal figlio Qilij Arslan II (1156-1190).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Charles Cawley, « West Asia & North Africa, Chapter 2. Asia Minor. Seljukid Sultans of Rum [archive] », Foundation for Medieval Genealogy, 2006-07; propone anche la data 11 febbraio 1155.
Predecessore Sultano di Rum Successore
Melikshah 1116 - 1156 Qilij Arslan II