Mary Mapes Dodge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mary Mapes Dodge (New York, 26 gennaio 1831New York, 21 agosto 1905) è stata una scrittrice statunitense, principalmente nota per il romanzo Pattini d'argento (Hans Brinker, Or, the Silver Skates), pubblicato nel 1865.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mary Elizabeth Mapes era figlia del professor James Jay Mapes e di Sophia Furman di New York.

Figlia di scienziati,la sua scuola fu la casa, dove ricevette una severa educazione grazie a diversi maestri privati. A soli vent'anni, nel 1851 sposò l'avvocato William Dodge. Durante i successivi quattro anni ebbe due figli. Nel 1857, William si trovò di fronte a gravi difficoltà finanziarie e lasciò la sua famiglia nel 1858. Un mese dopo la sua scomparsa, il suo corpo fu trovato forse annegato e perciò Mary Mapes Dodge divenne vedova.

Nel 1859 iniziò a scrivere, collaborando con il padre nella pubblicazione di due riviste, Il contadino che lavora e Diario degli Stati Uniti. Per diversi anni ebbe un grande successo con la pubblicazione del libro Le storie di Irvington (1864) e un romanzo che è stato rivendicato. Dodge poi scrisse Pattini d'argento, la storia di Hans e di sua sorella Gretel, che puntano entrambi ad uno scopo: lui vuole guarire suo padre, lei vuole vincere i pattini d'argento, premio di una gara di pattinaggio. Il libro fu un best-seller immediato.

Più tardi fu editore associato di Hearth e Home, a cura di Harriet Beecher Stowe. Si trasformò poi in un editore per proprio conto con la rivista per bambini: San Nicholas Magazine, per il quale ottenne racconti di famosi autori tra cui Mark Twain, Louisa May Alcott e Robert Louis Stevenson. La rivista divenne una delle più popolari per bambini nella seconda metà del XIX secolo, con una tiratura di circa 70.000 copie.

Ella morì nel 1905 nella casa estiva di Tannersville. Tutt'ora Mary Dodge è sepolta nel cimitero di Evergreen, nel New Jersey.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

I pattini d'argento Edizioni Mursia pp. 320 ISBN 9788842540519

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2469452 · LCCN: n79058499 · GND: 119269082 · BNF: cb11900298z (data)