Mary Bartowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mary Bartowski
Mary Bartowski
Mary Bartowski
Universo Chuck
Soprannome
  • Frost (nome in codice)
  • Mamma B[1]
Autori
1ª app. in Chuck vs. l'Anello: Parte II
Ultima app. in Chuck vs. l'addio
Interpretata da Linda Hamilton
Voce italiana Rossella Izzo
Sesso Femmina
Luogo di nascita ignoto
Data di nascita dicembre[2] 1951
Professione agente della CIA
Abilità
Parenti
« Spero che supererete tutte le avventure che la vita vi riserverà e... e che vi proteggerete sempre a vicenda. »
(Mary alla festa del matrimonio di Chuck e Sarah)

Mary Elizabeth Gunter, coniugata Bartowski, nota anche come Frost, è un personaggio immaginario della serie televisiva statunitense Chuck, di Josh Schwartz e Chris Fedak.
È interpretata da Linda Hamilton, con la voce italiana di Rossella Izzo.

Mary è la madre estraniata di Chuck ed Ellie Bartowski, agente di punta della CIA, fu costretta ad abbandonare la famiglia per poter svolgere una rischiosa missione sotto copertura nell'organizzazione di Alexei Vokoff.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Come Bakula, interprete di Steve Bartowski mostra un'impressionante somiglianza fisica con Zachary Levi, interprete di Chuck[3], Linda Hamilton dimostra invece una grande somiglianza con Sarah Lancaster, Ellie: un profilo delicato, un viso ovale, gli occhi chiari e la folta capigliatura. Nella vita reale la Hamilton è bionda e sul set le sono stati tinti i capelli di scuro per caratterizzarne maggiormente l'appartenenza alla famiglia Bartowski. Nonostante le molte caratteristiche fisiche in comune tuttavia, Mary è notevolmente più bassa degli altri tre Bartowski.

Veste solamente in abiti scuri dei più variegati, generalmente in pelle e, a differenza di molte altre spie donna, in missione non è solita portare i capelli raccolti, bensì li tiene sciolti e ricadenti sulle spalle. Caratteristica principale del suo abbigliamento è il lungo soprabito scuro, indossato in ogni circostanza.

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Mary si presenta come un personaggio di grande ambiguità ed intensità[4], essa appare a prima vista come una donna spietata e senza scrupoli, perfettamente in grado di uccidere qualcuno a sangue freddo e senza alcun rimorso, nella sua prima apparizioni uccide spietatamente una decina di uomini nonostante uno di essi la supplichi di risparmiarlo dicendo di essere un padre di famiglia[5]. La sua freddezza ed il suo atteggiamento impassibile e spietato sono bene noti nel mondo criminale, tanto che Heather Chandler in un'occasione le si riferisce chiamandola "Frost, la stronza delle nevi" ("Frosty the Snow Bitch")[6]. Proprio tali sue caratteristiche le attribuirono il nome in codice di "Frost", dalla fiaba La regina delle nevi (The Frost Queen), uno dei suoi racconti preferiti[5].

Mary è un'esperta nel nascondere le proprie emozioni ed i propri sentimenti, fino al punto da sopprimere completamente i suoi stati d'animo, arrivando a far sembrare che non gli importi nulla dei figli, tanto che in un'occasione per mantenere la sua copertura sparerà a Chuck in pieno petto di fronte al Wheelwright, sebbene in realtà sapesse che indossava un giubbotto antiproiettile[7]. Tuttavia nonostante il suo carattere chiuso e il fatto d'averli abbandonati quando erano ancora molto piccoli, Mary ama molto i suoi figli, e spesso giustifica le sue azioni come volte unicamente a proteggerli, inoltre afferma di aver pensato unicamente alla sua famiglia negli anni passati sotto copertura e dimostra di amare infinitamente il marito Steve[8].

Finita la sua missione sotto copertura, Mary dimostrerà di saper essere anche una madre amorevole per i suoi due figli, nonché parecchio apprensiva[9]. Svilupperà inoltre un tenero rapporto con la nipote Clara, ed una relazione suocera-nuora piuttosto conflittuale con Sarah, verso la quale nutre comunque affetto e rispetto[9]. Assieme a Roan Montgomery e Jane Bentley inoltre, Mary è una delle poche persone che chiamano la Beckman per nome.

La sua pistola preferita è una Beretta 90-Two 9mm con un caricatore Duble Stuck circolare.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Antefatti[modifica | modifica sorgente]

Mary nacque nel dicembre 1951 da Jesse e Mary Gunter[2], da cui prese il nome. Della sua vita non si sa nulla prima che entrasse nella CIA e ne diventasse una dei migliori agenti. All'incirca in questo periodo conobbe e si innamorò di Stephen J. Bartowski, che sposò nei primi anni settanta e con cui andò a vivere a Burbank, California. Dall'uomo, nel 1978, ebbe una figlia: Ellie, e in seguito, il 18 settembre 1981, un figlio: Chuck. Nonostante l'amore nutrito nei riguardi dei due non riuscì mai ad essere una madre molto presente per via del suo lavoro nella CIA. Uno dei pochi ricordi che Chuck conserva della donna è che era solita leggergli la fiaba della regina delle nevi prima di metterlo a letto[5].

Dopo il caso Volkoff, dovuto ad un malfunzionamento dell'Intersect, supercomputer creato dal marito per la CIA, che tramutò il mite scienziato Hartley Winterbottom in un terrorista sovietico; Mary sarà costretta ad abbandonare la famiglia per infiltrarsi nell'organizzazione terrorista nata dall'errore della CIA. Operazione denominata Isis. Il giorno del suo abbandono Chuck ruppe per sbaglio il braccialetto preferito della donna, motivo per il quale si colpevolizzò per anni della sua scomparsa.

Nel corso degli anni la donna risalì la scala gerarchica dell'organizzazione e divenne il braccio destro di Vokoff, nonché oggetto di forti sentimenti da parte del criminale. Più o meno in questo periodo le viene attribuito il nome in codice "Frost".

Poco tempo dopo Steve, disgustato dal modo in cui il governo tentò di insabbiare il caso fece perdere le sue tracce divenendo un latitante. Apparentemente i due coniugi Bartowski si tennero in contatto durante tale periodo, difatti Mary venne messa al corrente dal marito che Chuck aveva scaricato l'Intersect nel suo cervello.

Quarta stagione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Chuck (quarta stagione).

All'inizio della stagione Chuck si metterà sulle sue tracce scoprendo la connessione con le Volkoff Industries grazie ad un file rinvenuto in un computer di Orion; tuttavia le indagini del ragazzo si concluderanno in molteplici buchi nell'acqua, dovuti soprattutto al fatto che al fine di dissuaderlo Mary faccia di tutto per coprire le sue tracce. Sarà in seguito la stessa Frost a mettersi in contatto col ragazzo al fine di far arrestare al Team Bartowski il dottor Stanley Wheelwright, pericoloso trafficante di tossine al servizio di Volkoff. In tale occasione rivelerà la verità sull'operazione Isis e la sua scomparsa, tuttavia le ricerche di Casey nei database della NSA rivelerà che tale operazione è stata chiusa diversi anni addietro, rivelazione che porta alla cattura della donna, facendo sospettare che sia davvero complice di Volkoff. Al fine di riabilitare il suo nome farà sì che Chuck contatti l'agente dell'MI6 Tuttle, il quale rivelerà al gruppo che l'operazione venne chiusa unicamente per maggior riserbo. In seguito Chuck e Sarah accompagnano Mary nella vecchia casa di Steve, dove sono contenuti tutti i suoi progetti, qui saranno raggiunti da Tuttle, rivelatosi essere nientemeno che Alexei Volkoff, il quale farà saltare in aria lo stabilimento assistito da Frost allo scopo di uccidere Chuck e Sarah. I due tuttavia sopravviveranno proprio grazie all'aiuto di Frost, aumentando le domande sul suo reale schieramento.

Quando Volkoff, scoperta della sopravvivenza dei due, manderà Mary a finire il lavoro, essa si chiarirà definitivamente col Team Bartowski, rivelando di aver semplicemente dovuto salvaguardare la sua copertura. Per una serie di eventi la squadra sarà costretta a simulare il rapimento della donna ed a scambiarla con Volkoff in cambio della vita; rivelando inoltre la parentela tra essa e Chuck. Successivamente Sarah andrà a sua volta in incognito nelle Volkoff Industries ed assisterà Mary nella sua operazione, grazie a tale stratagemma il Team Bartowski riuscirà ad arrestare il terrorista russo, distruggere il network delle attività criminali dell'uomo e liberare finalmente Mary dalla sua missione.

La donna tornerà dunque dalla sua famiglia in tempo per vedere nascere sua nipote Clara, che accudirà per breve tempo assieme ad Ellie e Devon; dopodiché tornerà a svolgere missioni come agente segreto. Alla fine della quarta stagione aiuterà Chuck e la sua squadra a salvare la vita di Sarah, messa in pericolo da Vivian Volkoff, per farlo la squadra chiederà assistenza al terrorista sovietico, privato dell'Intersect e ritornato alla sua reale identità, ed andrà incontro a Clyde Decker disertando dunque dai servizi segreti.

Conclusasi l'operazione con successo assisterà al matrimonio tra suo figlio e Sarah, evento dopo il quale sembrerà ritirarsi dalla CIA.

Quinta stagione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Chuck (quinta stagione).

Nell'epilogo della stagione, Mary ricomparirà per aiutare la squadra del figlio a neutralizzare Nicholas Quinn, intenzionato a mettere insieme un meccanismo denominato Chiave, capace di eliminare i difetti dell'Intersect rendendolo perfetto. Conseguita tale operazione, Mary si trasferirà a Chicago assieme alla nipote, alla figlia ed al genero, i quali riceveranno un'importante offerta di lavoro presso l'ospedale locale.

Abilità[modifica | modifica sorgente]

Mary è dotata di una grande intelligenza tattica e strategica ed è un'esperta in svariate tecniche di spionaggio, dovute ai molti anni di servizio nella CIA. Dispone inoltre di un'incredibile abilità di simulatrice, forse superiore perfino a quella di Sarah e Carina, tale abilità la rende capace di infiltrarsi ovunque senza destare il minimo sospetto e di adottare qualsivoglia tipo di travestimento, la sua capacità d'inganno le ha permesso inoltre di mantenere una copertura nell'organizzazione di Vokoff per più di vent'anni senza destare sospetti, e lo stesso terrorista russo la definisce una "maestra dell'inganno"[10].

Mary è un'esperta di arti marziali e di svariate altre tecniche di combattimento, capace di fronteggiare anche più avversari contemporaneamente e senza che questi riescano a sfiorarla[5]. Oltretutto è capace di usare qualsiasi tipologia di arma da fuoco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Affibbiatole da Morgan
  2. ^ a b Chuck vs. l'Anello: Parte II
  3. ^ From Inside the Box
  4. ^ TV By the Numbers
  5. ^ a b c d Chuck vs. l'anniversario
  6. ^ Chuck vs. lo zircone
  7. ^ Chuck vs. il terrore
  8. ^ Chuck vs. la contessa
  9. ^ a b Chuck vs. gli ultimi dettagli
  10. ^ Chuck vs. la prima lite

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione