Martin van Meytens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Martin van Meytens (Stoccolma, 16 giugno 1695Vienna, 23 marzo 1770) è stato un pittore svedese naturalizzato austriaco, divenuto famoso in particolare per essere stato il ritrattista ufficiale della corte viennese durante il periodo d'oro del Settecento.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Martin van Meytens, Autoritratto, c. 1740

Martin van Meytens nacque il 16 giugno 1695 a Stoccolma, ove venne battezzato. Nel 1714 si recò in Inghilterra dove poté studiare la ritrattistica di Anton van Dyck, dal quale venne certamente influenzato, e dove imparò la pittura a smalto.

Nel 1717 ottenne le prime committenze importanti da parte di Augusto II di Polonia, derivate anche dalla sua grande bravura nella ritrattistica e nelle miniature (lavori che eseguì anche per lo zar Pietro il Grande). Nel 1721 si trasferì a Vienna ove ottenne committenze dall'Imperatore Carlo VI, ove rimase per due anni per poi partire nel 1723 alla volta dell'Italia.

In Italia van Meytens fu a Venezia, Roma, Napoli, Firenze, Bologna, Modena, Milano, Torino e Genova. In particolare durante il suo periodo romano collaborò a delle opere per Benedetto XIII.

A partire dal 1731 egli venne ufficialmente accolto in seno alla corte viennese, divenendo pittore di corte della famiglia reale a partire dal 1740 con l'ascesa al trono di Maria Teresa d'Austria, la quale gli commissionò ben otto ritratti ufficiali nel corso della sua vita, incentrati sulla sua sola persona. Nel 1759 fu nominato Direttore dell'Accademia di Belle Arti di Vienna.

Rimase quindi a Vienna sino al 23 marzo 1770, data della sua morte.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1741; Ritratto dell'Imperatore Francesco I
  • 1745-1750; La famiglia del conte Pálffy
  • 1752/53; La famiglia Grill (Museo Gothenburg)
  • Maria Teresa 1750-1755 (Palazzo di Schönbrunn)
  • La famiglia imperiale, 1754 (Palazzo di Schönbrunn);
  • Maria Teresa, 1759 (Accademia delle Belle Arti di Vienna)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 52559379