Martin Hansson (arbitro)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Martin Hansson
Martin Hansson IMG 4013.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Nome Martin Hansson
Professione Pompiere
Altezza 190 cm
Peso 90 kg
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1999 -
Allsvenskan Arbitro
Attività internazionale
2001 - UEFA e FIFA Arbitro
Esordio Estonia - Canada 2 - 1
29 marzo 2003

Martin Hansson (Holmsjö, 6 aprile 1971) è un arbitro di calcio svedese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Hansson è diventato arbitro all'età di sedici anni presso il proprio club, a trent'anni, nel 2001, è stato promosso ad arbitro internazionale.

Nel 2003 viene selezionato in vista del Campionato mondiale di calcio Under-17 disputatosi in Finlandia.

Nel 2006 è stato chiamato per partecipare al campionato europeo U-21 nei Portogallo, ha diretto tre gare del torneo, due della fase a gironi Portogallo - Serbia e Montenegro e Olanda - Italia, e la finale Olanda - Ucraina.

Nel gennaio 2007 viene promosso nella categoria élite degli arbitri UEFA (la più elevata) e nel mese di giugno è stato selezionato per il campionato mondiale U-20 in Canada nel, dove ha arbitrato le partite Argentina - Repubblica Ceca il 30 giugno 2007 e Stati Uniti - Polonia il 3 luglio 2007.

Nel novembre 2008 è protagonista di un controverso episodio: nei minuti finali della gara di UEFA Champions League tra Liverpool e Atletico Madrid, assegna un rigore discutibile agli inglesi, poi realizzato da Steven Gerrard per il pareggio definitivo. In seguito a questa decisione, Hansson denuncia di essere stato minacciato di morte da pseudo tifosi senza controllo.[1]

Nel giugno 2009 partecipa al torneo FIFA Confederations Cup, di cui dirige la finalissima tra Brasile e Stati Uniti.

Nel novembre 2009 gli viene affidato il ritorno dello spareggio per l'accesso ai Mondiali di calcio 2010 tra Francia e Irlanda. La partita termina 1-1 dopo i tempi supplementari. L'arbitro svedese si rende protagonista di un grave errore: non vede un doppio tocco di mano di Thierry Henry atto ad addomesticare il pallone che altrimenti sarebbe finito fuori, sull'azione del gol del pareggio della Francia al 103° e convalida la marcatura. Con questo risultato i padroni di casa si qualificano così per il campionato del mondo 2010 con molte polemiche.[2][3]

Nonostante quanto accaduto, la FIFA non lo esclude dal Mondiale 2010 in Sudafrica, relegandolo però al ruolo di IV Ufficiale di gara. Dal 1º luglio 2011 viene declassato dalla categoria Elite UEFA alla First Class.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calcio: Champions, arbitro Liverpool-Atletico minacciato di morte, adnkronos.com, 19 novembre 2008.
  2. ^ MANO HENRY: STAMPA SVEDESE CONTRO ARBITRO HANSSON, la Repubblica.
  3. ^ (EN) Swedes hammer bungling Hansson, RTÉ.ie.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]