Marta Vieira da Silva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marta
Marta at Union at Earthquakes 2010-09-15.jpg
Dati biografici
Nome Marta Vieira da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 162 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Western New York Flash
Carriera
Giovanili
2000-2002 Vasco da Gama Vasco da Gama
Squadre di club1
2000-2002 Vasco da Gama Vasco da Gama 16 (4)
2002-2004 Santa Cruz Santa Cruz 38 (16)
2004-2008 Umea IK Umeå IK 103 (111)
2008-2009 Template:Calcio Los Angeles Sol 19 (10)
2009-2010 Santos Santos 14 (26)
2010-2011 Template:Calcio FC Gold Pride 24 (19)
2011 Santos Santos 12 (13)
2011-2012 Template:Calcio Western New York Flash 14 (10)
2012-2014 Template:Calcio Tyresö FF 35 (24) {{{15}}}
2014- Template:Calcio FC Rosengård ? (?) {{{3}}}
Nazionale
2002- Brasile Brasile 73 (83)
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Argento Atene 2004
Argento Pechino 2008
Coppa mondiale.svg  Mondiali di calcio
Argento Cina 2007
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al luglio 2011

Marta Vieira da Silva detta Marta (Dois Riachos, 19 febbraio 1986) è una calciatrice brasiliana, attaccante del Rosengård e della Nazionale brasiliana. Dal 2006 al 2010 ha conquistato per cinque edizioni consecutive il riconoscimento come FIFA Women's World Player of the Year.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Esordi in Brasile[modifica | modifica sorgente]

Marta fu scoperta dalla rinomata allenatrice brasiliana Helena Pacheco, quando aveva solo 14 anni. Ha Iniziato a giocare nella formazione femminile del Vasco da Gama, dove è rimasta due anni fino a che il club non ha abolito, nel 2001, la squadra femminile. Nel 2002 ha giocato in un piccolo club di San Paolo, rimasto attivo una sola stagione.

Umeå IK[modifica | modifica sorgente]

Marta (n.60) con la maglia dell'Umeå IK

È passata all'Umeå IK per la stagione 2004. Nello stesso anno la squadra svedese raggiunge la finale della UEFA Women's Cup, vinta in totale 8-0 contro il Frankfurt, 3-0 all'andata in Svezia, con una sua doppietta, e 5-0 al ritorno in Germania, con un altro suo gol.[1] In campionato l'Umeå termina al secondo posto, a solo un punto dal Djurgården. Marta realizza 22 dei 106 gol che le svedesi segnano in campionato, miglior marcatrice del campionato ex aequo con Laura Kalmari del Malmö, 32 in più rispetto alle campionesse del Djurgården, e realizza anche l'unica rete dell'Umeå nella finale della Coppa svedese, persa contro il Djurgården 2-1.

La seconda stagione in Svezia finisce in gloria con le sue 21 reti, miglior marcatrice ex aequo con la compagna di squadra Therese Lundin, che aiutano la squadra ad ottenere una convincente vittoria in campionato, durante il quale non perde una partita. Risulta sconfitta ancora in Coppa di Svezia, dove è ancora il Djurgården ad imporsi 3-1, nonostante tre settimane prima sia stato battuto 7-0 in campionato.

Nel 2006 vince il secondo campionato consecutivo, ancora senza sconfitte, e realizza 21 reti che le permettono di diventare la capocannoniere del torneo ma, per la terza volta di fila, perde la finale della Coppa di Svezia, 3-2 contro il Linköpings FC. Più tardi, nel corso del 2007, perde la finale della UEFA Women's Cup 2006-2007 contro l'Arsenal ma riesce a vincere la Coppa nazionale, in cui realizza il gol del decisivo 4-3 sull'AIK.

La televisione di stato svedese SVT le ha dedicato un documentario intitolato Marta - Pelés kusin (Marta - la cugina di Pelé).

Los Angeles Sol[modifica | modifica sorgente]

Il giorno in cui Marta vinse il FIFA World Player of the Year annunciò il suo trasferimento nella Women's Professional Soccer nella squadra dei Los Angeles Sol, con la quale firmo tre anni di contratto. Con questa vinse la classifica cannonieri della lega del 2009, permettendo alla squadra di laurearsi campione della stagione regolare e qualificarsi per la fase finale della competizione, uscendo battuta però in finale per 1 a 0 ad opera del Fc Sky Blue.

Santos[modifica | modifica sorgente]

Durante la pausa della Women's Professional Soccer, Marta firma con il Santos FC un contratto di tre mesi per giocare in Copa Libertadores femminile e in Coppa del Brasile femminile aiutando il Santos FC a vincere entrambi i tornei, segnando tre gol nelle due finali dei tornei.

FC Gold Pride[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio 2010 i Los Angeles Sol fallirono lasciando così svincolate le diciannove giocatrici che costituivano la rosa della squadra. Venne così organizzato un draft denominato 2010 WPS Dispersal Draft nel quale le giocatrici svincolate si accasarono in diverse squadre della WPS Championship. Marta firmò per tre anni con il FC Gold Pride con questa squadra vinse la stagione regolare della WPS Championship e la fase finale riuscendo così a conquistare il titolo della WPS Championship, inoltre vinse i titoli individuali di capocannoniere, miglior giocatrice e miglior giocatrice delle finali della WPS Championship. Partecipò anche al WPS All-Star 2010. Il 17 novembre dello stesso anno diventa poi free agent per il fallimento del FC Gold Pride.

Santos[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre 2010 Marta firma nuovamente con il Santos FC per giocare di nuovo in Copa Libertadores femminile e in Coppa del Brasile femminile.

Western New York Flash[modifica | modifica sorgente]

Il 25 gennaio 2011 Marta si accasa per la sua terza squadra della WPS Championship i Western New York Flash per concludere i tre anni di contratto firmati in precedenza con il FC Gold Pride.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Con la selezione brasiliana femminile Under-19 fu nominata migliore calciatrice della Coppa del mondo di categoria segnando 6 gol, nel 2004.

Ha vinto la medaglia d'argento alle Olimpiadi del 2004 con la nazionale brasiliana.

Ai Mondiali 2007, torneo in cui la selezione brasiliana è giunta seconda, Marta è stata eletta migliore giocatrice e ha vinto la scarpa d'oro come migliore marcatrice del torneo (7 reti, cui vanno aggiunti 2 assist)[2] e un suo gol nella semifinale contro gli Stati Uniti è stato scelto come rete più spettacolare del torneo[3].

Alle Olimpiadi del 2008 ha contribuito al secondo posto della nazionale brasiliana. In tale torneo ha segnato tre reti e servito un assist[4].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Umeå IK: 2005, 2006, 2007, 2008
Umeå IK: 2007
Santos: 2009
Santos: 2009
FC Gold Pride: 2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Umeå IK: 2003-2004

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Brasile: 2003, 2007
Brasile: 2003 2010

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2006, 2007, 2008, 2009, 2010
2004, 2005, 2006, 2008
2007, 2008
2004
2007
2007
2009
2009 , 2010
2009 , 2010
2010
2010

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Marta magic earns Umeå glory in uefa.com, 1° luglio 2006. URL consultato il 21-12-2008.
  2. ^ Notizia sul sito della Fifa
  3. ^ Classifica sul sito della Fifa.
  4. ^ Statistiche sul sito della Fifa

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 107921015 LCCN: n2010010198