Marsha Mehran

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marsha Mehran (Teheran, 11 novembre 1977) è una scrittrice iraniana. Tra i suoi lavori, i bestseller internazionali Caffè Babilonia e Pane e acqua di rose.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La famiglia lascia l'Iran per emigrare in Argentina nel 1979, nel corso della rivoluzione iraniana. Marsha Mehran trascorre la giovinezza l'adolescenza in Argentina (dove i genitori aprono un caffè mediorientale) e negli Stati Uniti, e frequenta una università privata in Scozia. Ha vissuto anche in Australia e Irlanda.[1]

Il suo romanzo d'esordio, Caffè Babilonia, appare nel 2005; è la storia di tre sorelle che fuggono dalla rivoluzione per approdare infine in una cittadina dell'Irlanda occidentale, dove aprono un caffè. L'autrice ha attinto all'esperienza di famiglia per scrivere questo romanzo, che contiene anche ricette culinarie e mescola “cucina persiana e vita irlandese.”[2] Il libro è stato tradotto in 15 lingue e pubblicato in 20 Paesi.

Il successivo romanzo, Pane e acqua di rose (2008) è la continuazione del precedente, secondo un progetto che prevede 7 pubblicazioni: l'episodio successivo, titolo di lavoro Pistachio Rain, è previsto per il 2014.[3]

Il romanzo Istituto di bellezza Margaret Thatcher è invece ambientato a Buenos Aires durante la guerra delle Malvine: è la storia di un gruppo di persone che si riuniscono settimanalmente per leggere poesie e racconti.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.nytimes.com/2005/07/03/magazine/03LIVES.html?_r=0
  2. ^ RTÉ Television - The Afternoon Show in RTÉ Television, 17 November 2005. URL consultato il 7 June 2013.
  3. ^ Mary Phillip, Marsha Mehran serves up more Irish magic in The Courier-Mail, 9 November 2008. URL consultato il 7 June 2013.