Marmo pavonazzetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto femminile in marmo pavonazzetto nei Musei Capitolini (Roma).
Scultura frammentaria di Dace in marmo pavonazzetto nei Musei Capitolini (proveniente dall'Arco di Costantino, reimpiegato dal Foro di Traiano)

Il marmo pavonazzetto è un tipo di marmo bianco con venature "paonazze", ovvero di colore violaceo scuro, come nella coda del pavone.

È chiamato anche frigio, per la sua provenienza dall'omonima regione dell'Asia Minore, l'attuale regione Egea, in Turchia.

Il pavonazzetto fu uno dei marmi colorati più apprezzati e diffusi nella Roma antica; veniva usato per pavimenti, colonne e ornamenti sia per colonne sia per statue come nel Foro di Traiano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]