Marmarica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Marmarica è una regione costiera dell'Africa settentrionale, a cavallo tra Libia ed Egitto, ad oriente della Cirenaica. Prevalentemente desertica, la regione fu luogo di aspri scontri durante la campagna del Nordafrica nel corso della seconda guerra mondiale. Il centro principale è la città di Tobruk.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La Marmarica, nota con questo nome già al tempo dei Romani (che la denominarono così per via del popolo dei Marmaridi ivi stanziati), non corrisponde ad un'entità geografica ben definita ed ha come unico limite certo il Mar Mediterraneo a nord. A occidente è separata dalla Cirenaica e dall'altipiano di Barca (il Jebel al Akhdar, la "Montagna Verde") per mezzo della pianura di Tanfassa e del letto di alcuni uidian (Uadi el Agara el Remla, Uadi Farais), dal punto di vista marittimo il limite è costituito dal Golfo di Bomba. Verso oriente invece i limiti si fanno meno netti, così come verso sud dove la regione digrada fino alla depressione di Al Qattara.

Rispetto alla vicina Cirenaica la Marmarica è contraddistinta da un territorio arido, stepposo e pianeggiante, completamente privo di insediamenti umani se non in prossimità delle poche oasi (oasi di Giarabub in Libia, oasi di Sīwa in Egitto) o della fascia costiera, anch'essa relativamente poco ospitale. Le città principali oltre a Tobruk sono Bardia in Libia e Sollūm, Marsa Matruh e Sīdī Barrānī in Egitto.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]