Markarfljót

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Markarfljót
Markarfljót
veduta aerea
Stato Islanda Islanda
Regioni Suðurland
Contee Rangárvallasýsla
Lunghezza 100 km
Portata media 2 100 m³/smassima
Bacino idrografico 1200 km²
Nasce vulcano Hekla
Affluenti Krossá
Sfocia Oceano Atlantico

Il fiume Markarfljót nasce nelle regioni centrali dell'Islanda nel massiccio di Rauðafossafjöll, precisamente dalle pendici del vulcano Hekla. Scorre nelle valli montane formate tra i ghiacciai Tindfjallajökull e Torfajökull, per arrivare nelle pianure sabbiose della costa meridionale, adiacente alla catena montuosa di Thórsmörk, e quindi sfociare nell'Oceano Atlantico.

Lungo il suo percorso riceve l'acqua di innumerevoli fiumi e rivaroli, il maggiore dei quali è il Krossá, ed è reso particolarmente pericoloso, soprattutto nel suo tratto montano, per le repentine piene provocate dai Jökulhlaup, improvvise rotture dei ghiacciai causate da scoppi o eruzioni vulcaniche.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo ponte su questo fiume fu edificato nel 1934 vicino alla città di Litli Dìmon e per lungo tempo fu il ponte islandese più lungo con i suoi 242 metri di lunghezza. Nel 1978 fu edificato un secondo ponte nella città di Emstrur, seguito nel 1992 da un terzo, realizzato pochi chilometri a sud del primo ponte.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Immagini[modifica | modifica sorgente]

Tratto nella zona di pianura
Guado nel tratto finale del fiume
Islanda Portale Islanda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Islanda