Mark Lynas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mark Lynas (1973) è un giornalista, scrittore e ambientalista britannico, studioso dei cambiamenti climatici.

Come giornalista, scrive su New Statesman, Ecologist, Granta, Geographical magazines, The Guardian e The Observer. Ha ottenuto una laurea in Storia e Politica presso l'Università di Edimburgo. Attualmente vive a Oxford.

Nel 2001 Lynas ha ottenuto notorietà internazionale per aver tirato una torta in faccia a Bjørn Lomborg durante un reading del suo "The Skeptical Environmentalist" (L'Ambientalista Scettico), tenutosi da Borders Bookshop a Oxford. Lynas ha motivato il suo gesto con la frase "pies for damn lies" (una torta per le bugie), in protesta contro le asserzioni di Lomborg sugli effetti del Global warming.

Nel 2004 Lynas pubblica High Tide: The Truth About Our Climate Crisis edito da Macmillan Publishers. Inoltre contribuisce alla stesura di Fragile Earth: Views of a Changing World edito da Collins, che presenta immagini del "prima e dopo" di alcuni cambiamenti naturali che il mondo ha subito negli ultimi anni, come lo tsunami nell'Oceano Indiano, l'uragano Katrina e una panoramica sugli effetti dell'azione dell'uomo sul pianeta.

Nel gennaio 2007, Lynas ha pubblicato con Collins Gem Carbon Counter, che calcola l'emissione per abitante di carbonio e fornisce indicazioni su come ridurre l'impatto dell'emissione sull'atmosfera.

Durante il 2007 arriva Six Degrees: Our Future on a Hotter Planet, in Italia tradotto con il titolo Sei gradi. La sconvolgente verità sul riscaldamento globale un'opera che descrive dettagliatamente gli effetti progressivi del Global Warming sugli ecosistemi terrestri, narrando cosa potrebbe accadere con l'aumento graduale della temperatura media del pianeta a partire da 1 grado fino a 6 e oltre. Lynas si sofferma anche sui meccanismi di retroazione positiva che potrebbero accelerare drammaticamente il cambiamento climatico, portando a crisi come quella che alla fine del Permiano portò alla più grande estinzione di massa mai verificata sul pianeta.

Dagli studi di Lynas, National Geographic ha tratto un documentario intitolato "Sei gradi che possono cambiare il mondo", andato in onda il 3 febbraio 2008.

Cambiamenti di posizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2012 Lynas pubblicò sul proprio sito un articolo in difesa dell'uso dell'energia nucleare, come soluzione alternativa nell'ottica della diminuzione della produzione di gas serra[1]. Successivamente ha ribadito in interviste e dibattiti questa sua posizione[2], che peraltro era già parzialmente riscontrabile nel suo libro del 2007, Six Degrees: Our Future on a Hotter Planet.

Con il tempo è giunto a cambiare completamente idea sulle potenzialità riguardo lo sviluppo e l'uso degli organismi geneticamente modificati[3][4], contro cui in passato aveva manifestato in forme anche violente[5]. Per questo ha ricevuto forti accuse da parte delle associazioni ambientaliste che un tempo appoggiava, che hanno parlato di opportunismo e insinuato di possibili sovvenzioni occulte, accuse a cui Lynas si è difeso attraverso il suo sito[6], cercando più volte di articolare la sua scelta, nell'ottica di un futuro in cui a suo parere diventerà sempre più difficile garantire il rifornimento alimentare per tutti[7].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • High Tide: The Truth About Our Climate Crisis, 2004
  • Fragile Earth: Views of a Changing World, 2006
  • "Gem Carbon Counter", 2007
  • Sei gradi. La sconvolgente verità sul riscaldamento globale, (Six Degrees: Our Future on a Hotter Planet) 2007
  • The God Species: Saving the Planet in the Age of Humans, 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) In defence of nuclear power in marklynas.org, 19 gennaio 2012. URL consultato il 9 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Nuclear power support from former sceptic Mark Lynas in BBC News, 8 ottobre 2013. URL consultato il 9 novembre 2014.
  3. ^ (EN) Michael Specter, An Environmentalist’s Conversion in The New Yorker, 7 gennaio 2013. URL consultato il 9 novembre 2014.
  4. ^ (EN) Mark Tercek, Mark Lynas and the GMO Debate in The Huffington Post, 1 luglio 2013. URL consultato il 9 novembre 2014.
  5. ^ (EN) Lecture to Oxford Farming Conference, 3 January 2013 in marklynas.org, 3 gennaio 2013. URL consultato il 9 novembre 2013.
  6. ^ (EN) Why I will never be an ‘ambassador’ for the corporate biotech lobby in marklynas.org, 21 ottobre 2011. URL consultato il 9 novembre 2013.
  7. ^ (EN) Why I turned from GM opponent to advocate in SciDev.Net, 30 maggio 2014. URL consultato il 9 novembre 2013.

Controllo di autorità VIAF: 55996837