Mario Spezi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Spezi

Mario Spezi (Sant'Angelo in Vado, 30 luglio 1945) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver esordito nel mondo del giornalismo collaborando con Paese Sera e Nazione Sera, nel 1975 passa al quotidiano fiorentino La Nazione, dove lavora come cronista giudiziario e redattore delle pagine culturali.

Ha passato la maggior parte della sua carriera indagando sul celebre caso di cronaca nera dell'assassino seriale noto come il mostro di Firenze.

Il 7 aprile 2006 è stato arrestato su ordine della procura di Perugia con l'accusa di depistaggio proprio in relazione all'indagine sui delitti del mostro, ed è rimasto in prigione per 23 giorni prima che la Corte di Cassazione lo scagionasse completamente, definendo il suo arresto come privo di fondamento. Il caso della detenzione di Spezi viene descritto dettagliatamente nel libro Inviato in galera, dello stesso Spezi.

Ha collaborato con varie riviste italiane e internazionali come L'espresso, L'Europeo, Panorama e The New Yorker.

In collaborazione con lo scrittore statunitense Douglas Preston ha scritto, sempre sul caso del mostro di Firenze, il romanzo-inchiesta Dolci colline di sangue. Il libro, pubblicato negli Usa con il titolo The Monster of Florence nel 2008, ha raggiunto il terzo posto nella bestsellerlist del New York Times e conta attualmente 22 traduzioni.La 20th Century Fox e la Smoke House di George Clooney ne hanno comprato i diritti cinematografici [1]. Christopher McQuarrie, premio Oscar per "I soliti sospetti", sta scrivendo la sceneggiatura.[2]

È anche autore del libro da cui fu tratta la sceneggiatura del film Il mostro di Firenze, girato nel 1986 da Cesare Ferrario.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Soggetti cinematografici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 18583965