Mario Siletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Siletti nelle novelle del Boccaccio Le beffe del Decamerone 1956

Mario Siletti (Torino, 5 febbraio 1897Roma, 17 marzo 1977) è stato un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Torino nel 1897, frequenta le scuole tecniche e dopo essere tornato dalla prima guerra mondiale, nella sua città inizia a recitare come attor giovane prima nella Compagnia Ferrero-Paoli e successivamente con Alfredo De Sanctis.

Nel 1926 recita con Aristide Baghetti e Elsa Merlini, negli anni successivi è all'interno di numerose compagnie sempre composte da gradi attori come Dora Menichelli, sino al 1930, quando riesce a formare con Dina Perbellini la sua prima compagnia.

Poi recita con Antonio Gandusio, con Eva Magni, sino al 1936 quando decide di dedicarsi esclusivamente al cinema, in cui sta diventando un brillante attore molto richiesto dalle case di produzione dell'epoca.

Per il debutto davanti alla macchina da presa, sarà diretto nel 1932 da uno dei migliori registi del periodo Mario Bonnard, nel film di ambiente calcistico Cinque a zero, sarà il primo di una ricca filmografia che lo terrà impegnato sino all'inizio degli anni '70.

Nel secondo dopoguerra torna al teatro frequentando i più disparati generi dall'avanspettacolo, alla rivista, alle commedie classiche, nei primi anni cinquanta recita con Peppino De Filippo.

Nel 1960, insieme a Franca Dominici formerà un duo di attori, che presenterà, per molti anni, presso il Teatro della Muse, un grande quantità di opere di prosa.

Frequenti le partecipazioni nella prosa radiofonica dell'EIAR e RAI, nella compagnia di prosa di Radio Roma.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli attori, Gremese editore Roma 2002
  • Il Radiocorriere, annate varie
  • Anna Magnani, di Matilde Hochkofler, Gremese editore Roma 1984