Mario Puzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Gianluigi Puzo (New York, 15 ottobre 1920Long Island, 2 luglio 1999) è stato uno scrittore e sceneggiatore statunitense, di origini italiane. Puzo ottenne grande successo con il romanzo Il padrino (The Godfather, 1969), la storia di una famiglia italo-americana e della sua ascesa nel mondo della mafia newyorkese. Dal libro sono stati tratti tre film di Francis Ford Coppola, diventati un cult della cinematografia.

La firma di Mario Puzo

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Settimo di otto fratelli, Puzo nacque a New York, figlio di immigrati italiani originari di Dentecane di Pietradefusi (in provincia di Avellino), e crebbe nel quartiere di Hell's Kitchen a Manhattan[1]. Il padre era impiegato nelle ferrovie e avrebbe desiderato che il figlio intraprendesse il suo mestiere, ma il giovane Mario scoprì presto le biblioteche pubbliche rimanendo attratto dal mondo della letteratura tanto da sentirsi a soli sedici anni già certo del suo futuro come scrittore.

Dopo aver partecipato alla seconda guerra mondiale nelle forze dell'aeronautica, Puzo si iscrisse ad una scuola di ricerca sociale e di scrittura creativa, frequentando, in seguito, la Columbia University. Nel 1946 sposò Erika Broske con cui ebbe cinque figli. Pubblicò il suo primo libro nel 1950, Ultimo Natale, inserendosi così nell'avanguardia americana al quale fece seguito nel 1955 Arena oscura (The Dark Arena).

Dal 1963 Puzo lavorò come giornalista freelance scrivendo numerosi articoli e recensioni. Nel 1965 pubblicò Mamma Lucia (The Fortunate Pilgrim), un romanzo che narra le vicende di una famiglia di immigrati italiani a New York negli anni trenta che ebbe un buon successo di critica e di pubblico, ma nessuno di questi libri ebbe il successo ottenuto nel 1969 con Il padrino (The Godfather) che divenne un vero e proprio best seller e che ebbe un profondo effetto su tutta la società americana.

Dal libro vennero realizzati tre film diretti da Francis Ford Coppola: Il padrino (1972), Il padrino - Parte II (1974) e Il padrino - Parte III (1990), diventati delle pietre miliari della storia del cinema, interpretati, tra gli altri, da attori del calibro di Marlon Brando, Al Pacino e Robert De Niro.

Nel 1984 Puzo pubblicò Il siciliano che ha per protagonista Salvatore Giuliano, sebbene citato tra le pagine del libro come Salvatore Guiliano, avente come sfondo la Sicilia del secondo dopoguerra. Tra le sue ultime opere sono da ricordare Il quarto K (The Fourth K) del 1991, L'ultimo padrino (The Last Don) del 1996, Omertà del 2000, e La famiglia del 2001 (romanzo storico su Papa Alessandro VI e la famiglia Borgia), questi ultimi due pubblicati postumi.

Dagli scritti di Puzo è stato tratto il film Cotton Club di Ford Coppola, con Richard Gere, Bob Hoskins e Nicolas Cage. Inoltre Puzo ha scritto la sceneggiatura dei primi due film di Superman (nel 1978 Superman e nel 1980 Superman II). Puzo è morto per un attacco cardiaco nel luglio del 1999 all'età di 78 anni nella sua residenza a Long Island, nello stato di New York.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Narrativa in inglese[modifica | modifica sorgente]

Saggistica in inglese[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia tradotta in italiano[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mario Puzo - The author of the Godfather, the book the Mafia loved. URL consultato il 10 marzo 2011.
  2. ^ a b Completato dopo la morte dalla sua compagna Carol Gino

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 131948 LCCN: n50049348