Mario Pennacchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Pennacchia (Itri, 10 maggio 1928) è un giornalista e scrittore italiano.

Cronista di ambito sportivo, ha collaborato e collabora con vari giornali tra i quali Corriere dello Sport per cui ha pubblicato per vari anni la rubrica "Forza Ragazzi!", con "Il Giorno", e la Gazzetta dello Sport, di cui ha diretto la redazione romana. Dirige il mensile L'Arbitro e collabora con il quotidiano Il Messaggero.

Già opinionista al Processo del lunedì diretto da Aldo Biscardi e alla Domenica Sportiva, ha pubblicato libri dedicati al mondo dello sport e ai suoi campioni, come: Gli Agnelli e la Juventus (vincitore nel 1986 del Premio Bancarella Sport), Il Calcio in Italia, Lazio Patria Nostra, e Football Force One.

È stato consulente del presidente della FIGC e responsabile della comunicazione della S.S. Lazio.

Nel 2003 ha pubblicato il libro Anche i ragazzi hanno fatto la storia in cui racconta la sua storia vissuta tra la natia Itri e Roma durante la seconda guerra mondiale.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Storia della Lazio (Ed.Corriere dello Sport) (1969)
  • Gli Agnelli e la Juventus, Rizzoli, Milano 1985
  • Lazio patria nostra, Edizioni Abete, Roma 1994
  • Lazio pioniera del terzo millennio (Abete, 1999)
  • Il calcio in Italia, UTET, Torino 1999, ISBN 8802053510
  • Football Force One. La biografia ufficiale di Giorgio Chinaglia, Limina, 2001,
  • Anche i ragazzi hanno fatto la storia (Garzanti scuola) (2004)
  • L'amore scosso (Protagon) (2005)
  • Il Generale Vaccaro - L'epopea dello sport italiano da lui guidato a vincere tutto, (Lucarini) (2008)
  • Oltre il suono della campanella (Loescher - Marco Derva) (2009)
  • La vita disperata del portiere Moro (ISBN Edizioni) (2011)
  • Gli scudetti che vinsero la guerra (Ultra sport) (2013)
  • Sessant'anni fra campioni e miti, intrighi e follie (2014)

[[Categoria:giornalisti sportivi