Mario Pasqualillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Pasqualillo
Mario Pasqualillo (destra)
Mario Pasqualillo (destra)
Nazionalità Italia Italia
Genere
Strumento voce

Salvatore Baldi, in arte Mario Pasqualillo (Napoli, 7 marzo 1892 – ...), è stato un cantante italiano.

Figlio di Giovanni Baldi, che fu insegnante di canto, si diplomò al conservatorio di San Pietro a Majella e iniziò la sua carriera a dieci anni nel coro dei ragazzi del teatro San Carlo interpretando le opere Tosca e Fedora, tra i cui interpreti vi era Fernando De Lucia. Fece parte del gruppo della Tarantella sotto la direzione di Gaetano Colucci, attiva nei principali alberghi di Napoli, dove cantò anche in duetti con Florette Patapon. Nel 1906, a soli quattordici anni debuttò al teatro Rossini con il nome d'arte Pasqualillo, suggeritogli dal maestro Rodolfo Falvo. Qui vi si tenevano spettacoli di varietà e vi recitava la compagnia diretta da Salvatore De Muto, interprete di Pulcinella. Successivamente si esibì a teatro Eden di Roma, con l'impresa Cruciani, periodo che segnò l'avvio del suo successo. Ha partecipato ad audizioni nelle principali edizioni di Piedigrotta e, nel 1932 e 1933 ai due Festival napoletani organizzati da Ernesto Murolo a San Remo e Lugano. Le sue canzoni sono state incise dalle case La voce del padrone, Columbia e Fonit. Nel 1940 ha interrotto la sua carriera di cantante.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ettore De Mura, Enciclopedia della canzone napoletana, Napoli, Il Torchio, 1969.
  • AA.VV., Dizionario della canzone italiana, Armando Curcio editore, Roma, 1990, alla voce "Pasqualillo, Mario", di Enzo Giannelli, pagg. 1298-1299.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]