Mario Pappagallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Pappagallo (2011)

Mario Pappagallo (Roma, 1 giugno 1954) è un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi di medicina all'Università La Sapienza di Roma e di Scienze Biologiche all'Università di Urbino, ha conseguito un Master in Giornalismo medico-scientifico presso l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata". È giornalista professionista iscritto all’Ordine dei giornalisti dal maggio 1986.

Si occupa di informazione medico-scientifica e sanitaria dal 1980.

Nel 1982 ha fatto parte della redazione di Tutti, mensile per i giovani dell'Unione europea, insieme a Gianfranco Bologna (WWF) e Marco Ravaglioli (allora a Il Popolo e oggi alla Rai). Per Tutti ha firmato un ampio servizio sulle coste inquinate dal petrolio fuoriuscito da petroliere naufragate al largo delle coste nordeuropee, con particolare riguardo alla Bretagna.

Nel 1984 ha partecipato allo studio di Codice salute, il primo bollettino informativo del Tribunale per i diritti del malato (iniziativa del movimento di partecipazione civica Cittadinanzattiva), chiamato a collaborare da Giovanni Moro, figlio dello statista Aldo Moro, e da Maria Teresa Petrangolini, all'epoca segretario del Tribunale.

Ha lavorato dal 1985 al 1990 al Corriere Medico.

Alla fine degli anni ottanta ha svolto un'inchiesta nelle università italiane, facoltà di medicina, che portò alla modifica del Curriculum degli studi medici (Tabella XVIII): i suoi articoli erano nel fascicolo della commissione parlamentare.

Dal 1990 al 1992 ha scritto per il Corriere Salute, supplemento settimanale di medicina del Corriere della Sera.

L'analisi di un suo articolo[1] per Corriere Salute compare, ad illustrazione del linguaggio di divulgazione medica, nell'antologia di testi del volume "Il Novecento"[2] di Pier Vincenzo Mengaldo.

Nel 1992 è entrato a far parte della redazione Cronache nazionali del Corriere della Sera ed è stato nominato caposervizio nel 1995.

Da maggio 2009 ad aprile 2011 ha fatto parte del Comitato di redazione del Corriere Della Sera[3].

Nel 2010 è stato nominato Consigliere Nazionale dell'Ordine dei giornalisti per il triennio 2010-2013[4].

Nel 1992-1993 per il Corriere della Sera[5][6][7] e L'Europeo[8] ha seguito l'inchiesta sulla Commissione unica del farmaco guidata da Duilio Poggiolini, e da allora ha spesso raccontato[9] le inchieste del Procuratore di Torino Raffaele Guariniello.

È pronipote di Don Pietro Pappagallo, il sacerdote ucciso dai nazisti alle Fosse Ardeatine (era nel carcere della Gestapo in Via Tasso) e ispiratore del film Roma città aperta di Roberto Rossellini[10].

A sostegno della terapia del dolore ha scritto il libro Contro il dolore con il fratello Marco, studioso della capsaicina e degli oppioidi, neurochirurgo in Italia e neurologo negli Stati Uniti, dove è emigrato nel 1986 e dove attualmente dirige la Pain Clinic del Mount Sinai Hospital ed è docente all'Albert Einstein College of Medicine di New York.

Attualmente è caposervizio della redazione Cronache nazionali del Corriere della Sera e commentatore su temi di salute. Inoltre tiene conferenze e scrive libri.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1989 è stato premiato alla Farnesina per una serie di servizi sulla cooperazione sanitaria italiana in Ciad e in Sudan.

Nel 2006 è stato uno dei quattro vincitori della seconda edizione del Premio giornalistico “SOI” per la divulgazione scientifica e la corretta informazione in oftalmologia[11], promosso dalla Società Oftalmologica Italiana.

Per il libro Una carezza per guarire, scritto con il professore Umberto Veronesi, ha ricevuto nel 2008, dall'ambasciatore danese in Italia a Roma, la August and Marie Krogh Medal[12], premio istituito dalla Novo Nordisk Farmaceutici.

Sempre nel 2008, è stato tra i vincitori della prima edizione del Premio giornalistico "Luci e ombre del diabete in età evolutiva"[13][14], indetto dalla Federazione nazionale diabete giovanile (Fdg), nell’ambito dell’Anno Internazionale del bambino e dell’adolescente con diabete, e patrocinato dall’Ordine nazionale dei giornalisti e dal Comune di Roma.

Nel 2009 è stato il vincitore del Novo Nordisk Media Prize Italia[15], nella sezione "Articoli della stampa quotidiana", per il Focus "Emergenza diabete"[16]. Come vincitore del Media Prize Italia, ha partecipato al Novo Nordisk Media Prize Internazionale 2009 per l’eccellenza della comunicazione e dell’informazione sul diabete, risultando anche qui vincitore nella categoria "Miglior articolo realizzato sulla stampa generalista"[17][18], primo giornalista italiano ad assicurarsi il premio internazionale.

Nello stesso anno è stato premiato dalla Federdolore[19], la federazione dei medici specialisti nelle terapie del dolore e cure palliative, con il Premio Pulcinella[20], per aver trattato "le problematiche inerenti al dolore con linguaggio accessibile a tutti"[21].

Nel 2010 si è aggiudicato per il secondo anno consecutivo il Novo Nordisk Media Prize Italia[22], categoria "stampa quotidiana", con l'articolo "Un milione di bambini con problemi di peso"[23].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Pappagallo. Rischio di ferro. «Corriere Salute», 21 dicembre 1992
  2. ^ Pier Vincenzo Mengaldo, Lingue speciali, La divulgazione medica: un esempio, in Francesco Bruni, Storia della lingua italiana, Il Novecento. Bologna, il Mulino, 1994, pp. 253-258. ISBN 8815043322.
  3. ^ Eletto il nuovo Cdr. «Corriere della Sera», 7 maggio 2009
  4. ^ "Elezioni 2010/2013: i risultati". «Ordine dei Giornalisti» Riportato il 7 giugno 2010
  5. ^ Mario Pappagallo. Al ministro la lista nera dei farmaci. «Corriere della Sera», 6 novembre 1993.
  6. ^ Mario Pappagallo. Dossier farmaci all'esame verità. «Corriere della Sera», 8 novembre 1993.
  7. ^ Mario Pappagallo. Altissimo: mai avute segnalazioni dai giudici. «Corriere della Sera», 8 novembre 1993.
  8. ^ Mettetevi d'accordo, sono farmaci o killer?. «L'Europeo», 1993, 47, 12.
  9. ^ Articoli sulle inchieste del Procuratore di Torino Raffaele Guariniello
  10. ^ Mario Pappagallo. Il prete Fabrizi era don Pappagallo. «Corriere della Sera», 31 dicembre 2005
  11. ^ 2ª Edizione Premio Giornalistico “SOI”: assegnati i premi. Società Oftalmologia Italiana. Riportato il 16 luglio 2010
  12. ^ Riconoscimenti 2008. Novo Nordisk Italia.
  13. ^ Premio giornalistico sul diabete giovanile. «Salute & star bene»
  14. ^ Premio Giornalistico "Luci e ombre sul diabete in età evolutiva". Video della premiazione
  15. ^ Novo Nordisk Media Prize 2009. Novo Nordisk Italia, Area Stampa.
  16. ^ Mario Pappagallo. Emergenza diabete. «Corriere della Sera», 20 maggio 2008.
  17. ^ Announcement of the Novo Nordisk Media Prize winners. Novonordisk.com, September 2009.
  18. ^ Diabete: premio al Corriere della Sera. «Corriere della Sera», 28 settembre 2009.
  19. ^ Federdolore
  20. ^ «Premio Pulcinella» a Mario Pappagallo. «Corriere della Sera», 24 ottobre 2009.
  21. ^ Federdolore premia Pappagallo: «Autore molto attento e sensibile». «Corriere del Mezzogiorno», 23 ottobre 2009.
  22. ^ Novo Nordisk Media Prize 2010. Novo Nordisk Italia, Area Stampa. Riportato il 16 luglio 2010
  23. ^ Mario Pappagallo. Un milione di bambini con problemi di peso. «Corriere della Sera», 7 aprile 2010.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, Una carezza per guarire. La nuova medicina tra scienza e coscienza, Sperling & Kupfer, 2004, ISBN 8820034697
  • Mario Pappagallo e Marco Pappagallo, Contro il dolore. I nuovi strumenti della medicina per non soffrire inutilmente: una battaglia civile, Frassinelli, 2005, ISBN 8876848886
  • Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, Le donne vogliono sapere. La prevenzione e le nuove cure per il tumore al seno, Sperling & Kupfer, 2006, ISBN 8820039192
  • Lidia Rota Vender e Mario Pappagallo, Cuore di donna. Le scelte intelligenti per mantenerlo in forma, Sperling & Kupfer, 2007, ISBN 8820042355
  • Mario Pappagallo e Umberto Solimene, Atlante delle Acque minerali, lampi di stampa, 2008, ISBN 8848808174
  • Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, Verso la scelta vegetariana. Il tumore si previene anche a tavola, Giunti, 2011, ISBN 9788809766877
  • Marco Squicciarini e Mario Pappagallo, Come salvare i bambini dal soffocamento, CFI Progetti s.r.l., 2011, ISBN 9788890642500
  • Mario Pappagallo, Ancora in porto ancora. Aforismi e altri esercizi di stile, amarantoblook, 2012, ISBN 9788890709203
  • Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, L'eredità di Eva. Una lettura laica delle figure femminili nelle Sacre Scritture, Sperling & Kupfer, 2014, ISBN 8820054884

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]