Mario Motta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Motta (Torino, 14 marzo 1923Roma, 11 settembre 2013) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si trasferisce assieme ai genitori in Sicilia, a Enna. Successivamente torna a Torino dove frequenta gli studi di Lettere e Filosofia e partecipa alla resistenza in Piemonte con Pompeo Colajanni nella 4ª Brigata Garibaldi fino alla Liberazione. Sposa a Roma, il 26 dicembre 1946, Teresa Romano. Dall'unione nascono quattro figli.

Fonda e dirige a Roma, nel 1950, la rivista Cultura e realtà, insieme con Felice Balbo, Claudio Napoleoni, Cesare Pavese, Italo Calvino, Natalia Ginzburg, Alberto Moravia, Giacomo Mottura, Nino Novacco e altri.

Per quattro anni insegna estetica nel Centro Sperimentale di Cinematografia.

In seguito entra in Rai divenendo vicedirettore generale, poi presidente della Rai Corporation di New York.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • A proposito dell'esistenza di Dio, Palermo, Sellerio, 2002
  • L'oggetto della mimesi, Palermo, Sellerio, 2003
  • Kelsen e il Leviatano, Palermo, Sellerio, 2006

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]