Mario Is Missing!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Is Missing!
Mario Is Missing!.jpg
La copertina della versione NES del gioco
Titolo originale マリオ イズ ミッシング!
Sviluppo The Software Toolworks, Radical Entertainment (NES)
Pubblicazione Mindscape, Nintendo (NES)
Serie Mario
Data di pubblicazione DOS, SNES
1992
NES
1993
Genere Educativo, Avventura grafica, Piattaforme
Tema Geografia
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma MS-DOS, Super Nintendo Entertainment System, Nintendo Entertainment System
Fascia di età ESRB: K-A
Periferiche di input Controller, mouse
Seguito da Mario's Time Machine

Mario Is Missing! (マリオ イズ ミッシング! Mario izu Misshingu!?) è un videogioco educativo della serie Mario.
Pubblicato nel 1992 per MS-DOS e SNES e nel 1993 per NES, è il primo videogioco con protagonista Luigi.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Bowser si fa costruire un nuovo castello in Antartide, dal quale intende usare una grande quantità di asciugacapelli per sciogliere i ghiacci e far affondare le terre emerse, e invia i suoi servi Koopa Troopa a derubare preziosi artefatti per le città del mondo per finanziare quest'operazione. Mario, Luigi e Yoshi viaggeranno fin laggiù per fermarlo, ma l'esitazione di Luigi comporterà il rapimento di Mario da parte di Bowser, di conseguenza dovrà salvarlo.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Luigi progredisce nel gioco completando i livelli nel castello di Bowser. Ogni piano è custodito da un Bowserotto e contiene un certo numero di tubi che trasportano Luigi in una città diversa. Una volta che un piano è completato, Luigi deve sconfiggere il Bowserotto di guardia per passare a quello successivo.

La maggior parte del gioco prevede di muoversi in una città a scorrimento laterale e saltare sui Koopa Troopa per recuperare i reperti rubati (pezzi di famosi monumenti)[1]. Luigi quindi deve riportare questi artefatti alle loro rispettive posizioni e rispondere correttamente a due domande circa il monumento. Una volta che un artefatto viene restituito, il monumento a cui è legato viene riaperto. Durante i suoi tentativi di restituire tutti i tre artefatti ai loro luoghi d'origine, Luigi deve determinare la sua posizione per ricevere l'assistenza di Yoshi utilizzando un dispositivo chiamato Globulator. Se Luigi indirizza Yoshi nella posizione corretta, può cavalcarlo, ottenendo doppia velocità; Yoshi sarà inoltre necessario in alcuni punti. Quando Luigi completa un livello e torna al castello di Bowser, Yoshi resterà nella città dove si trovava, anche se Luigi attraversa il tubo insieme a lui; ma è sempre possibile richiamarlo nella città successiva.

In ogni città, Luigi è in grado di interrogare la gente del posto per ottenere indizi utili a capire la sua posizione, la direzione dei Koopa rimanenti, e informazioni sui monumenti interessati. Gli viene anche consegnata una mappa che mostra dove sono i punti d'informazione, le persone e i Koopa in quella specifica città.

Restituiti tutti i reperti e sconfitto l'ultimo Bowserotto (Ludwig Von Koopa), questi rilascerà una chiave, che permetterà a Luigi di liberare Mario.

Il gioco ha differenti livelli di difficoltà, che vanno da "Preschool" a "Adult".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Other Mario Games, Vol. 2 da IGN

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]