Mario Gabelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Joseph Gabelli (New York, 19 giugno 1942) è un imprenditore ed economista statunitense di origine italiana.
In settembre 2012 la rivista Forbes valuta il suo patrimonio in ca. 1,1 miliardi di dollari, e gli assegna il 392º posto nella lista "The Forbes 400 - The Richest People in America" (le 400 persone più ricche degli Stati Uniti).[1][2]

Cenni biografici[modifica | modifica sorgente]

Figlio di immigranti italiani provenienti da Medesano, nel 1965 si laureò Summa cum laude in economia alla Fordham University di New York, poi ottenne un M.B. (Master of Business Administration) alla Columbia University.

Nel 1976 costituì la società "Gabelli & Co.", operante nel settore dell'intermediazione finanziaria. L'anno successivo la società cambiò nome in "GAMCO Investors" (Gabelli Asset Management Company Investors).[3]
Alla metà degli anni '80 la GAMCO gestiva un portafoglio clienti di oltre 350 milioni di dollari. Mario Gabelli è tuttora presidente e CEO della società, della quale detiene il 50% delle azioni (tra gli azionisti vi è anche Bill Gates, con l'1,3%). Negli anni '90 è stato membro del consiglio di amministrazione della Borsa di New York.

Mario Gabelli è un personaggio molto noto negli Stati Uniti, in quanto partecipa spesso come esperto di argomenti finanziari a trasmissioni televisive della CNN e altre emittenti. È noto anche per le generose donazioni a diverse università americane. Nel 1992 donò 3,5 milioni di dollari alla Roger Williams University, che tre anni dopo intitolò a suo nome il dipartimento di economia aziendale (Mario J. Gabelli School of Business)[4]. Nel 2010 donò alla Fordham University di New York, sua Alma mater, la somma di 25 milioni di dollari (la più alta mai donata a questa università)[5]. Nello stesso anno donò tre milioni di dollari al Boston College di New York, che lo ammise in seguito nel consiglio di amministrazione.

È sposato e ha quattro figli. Risiede attualmente a Greenwich, nel Connecticut. Suo figlio Marc lavora alla GAMCO, l'azienda di famiglia, come gestore del fondo d'investimento "Gabelli Global Opportunity Fund". In un'intervista rilasciata nel 1998 al New York Times gli è stato chiesto se pensa di poter eguagliare il successo di suo padre nel settore finanziario, ma egli ha risposto diplomaticamente: "There's only one Mario" (c'è un solo Mario).[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1997 dieci fondi di investimento da lui gestiti tramite la GAMCO produssero un rendimento medio annuo del 31,7%, migliore di qualsiasi altro degli Stati Uniti. Per questo risultato la rivista finanziaria Morningstar gli assegnò il premio "Fund Manager of the Year".[7]

Nel 2011 la rivista Institutional Investor di New York, nell'ambito dei "U.S. Investment Management Awards" gli ha assegnato il premio "Money Manager of the Year".[8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda di Mario Gabelli  sul sito di Forbes
  2. ^ The Forbes 400
  3. ^ Sito web della GAMCO Investors
  4. ^ Largest gift in University's history to focus on Gabelli School of Business
  5. ^ Business Alumnus Gives $25 Million to Fordham
  6. ^ New York Times, Money & Business, May 24, 1998.
  7. ^ Fund Manager of the Year Winners
  8. ^ Institutional Investor magazine's 2nd Annual U.S. Investment Management Awards