Mario Alberti (fumettista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Alberti (Trieste, 7 maggio 1965) è un fumettista italiano.

È conosciuto in Italia per la sua collaborazione con le testate Nathan Never e Legs Weaver della casa editrice Sergio Bonelli Editore e all'estero per le serie Morgana e Redhand, pubblicate in Francia da Les Humanoïdes Associés.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in Economia e Commercio con una tesi sulla “Distribuzione nell’editoria a fumetti” esordisce da professionista nel 1990 sulle pagine di Fumo di China, con una storia breve del suo personaggio Holly Connick che verrà ristampata nella collana Nuvole da Comics e Dintorni.

Nel '91, inizia a collaborare con la rivista Intrepido, disegnando diversi liberi e alcuni episodi della serie "Dipartimento ESP" su testi di Michelangelo La Neve.

Nel 1993 entra a far parte dello staff della Sergio Bonelli Editore lavorando sulla collana Nathan Never.

Nel 1994, con "Il Canto della Balena", numero 31 della serie, vince il premio Albertarelli.

Dal '95 lavora anche sugli albi di Legs Weaver, ancora per la Bonelli, e nel ’99 esordisce alla sceneggiatura sulla stessa collana, scrivendo l’albo speciale “L’immortale”.

Nel 2000, inizia la fruttuosa collaborazione con Luca Enoch, al quale propone di preparare un progetto da presentare in Francia, la serie Morgana, pubblicata dal 2002 per i tipi dell’editore francese Les Humanoides Associes e tutt’ora in corso.

Morgana è stata pubblicata anche in Spagna, Portogallo, Germania, Stati Uniti e in Italia esce per Vittorio Pavesio Productions.

Ancora per gli Humanoides e su testi di Kurt Busiek disegna dal 2004 la serie Redhand.

Ha illustrato alcune copertine della serie “Jonathan Steele” di Federico Memola, edito da Star Comics.

Dal 2006 collabora con DcComics, realizzando numerose copertine tra cui Aquaman, Wonder Woman, Dr. Fate e Shadowpact.

Nel 2012, sempre per la Sergio Bonelli Editore realizza la copertina del nono Dylan Dog Color Fest che comprende storie di Mauro Boselli e Maurizio Mantero tra gli altri.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 90356862 SBN: IT\ICCU\SBNV\013190