Mario Agliati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Agliati (Lugano, 29 gennaio 1922Lugano, 15 ottobre 2011) è stato uno scrittore, giornalista e storico svizzero-italiano[1].

Figlio di Carlo e di Aurelia Biaggi di Cureggia. È stato collaboratore dei giornali Gazzetta Ticinese e Corriere del Ticino.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • La sezione Baretti, 1951
  • La sposina del 1909, 1959
  • Lugano del buon tempo, 1963
  • L'erba voglio, 1996
  • Ottobre 1925: l'Europa a Locarno, 1975
  • I problemi del professor Pilati, 1987
  • La profezia del dottor Donzelli, 1991
  • Il tempietto di due Santi e di due città. Da Sant'Antonio da Padova in Lugano a San Lucio papa in Brugherio, 1994
  • Lugano: racconto di ieri e di oggi, 1999

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mario Agliati in Dizionario storico della Svizzera.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giovanni Orelli, Svizzera Italiana, Editrice La Scuola, Brescia 1986.
  • AA.VV., Dizionario delle letterature svizzere, 1991, 12.
  • Luigi Menapace, Lo stile di Agliati, in Il Cantonetto, 2, 1992, 42ss.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, pp. 191 nota, 192 nota, 257 nota, 453.
  • Carlo Agliati (a cura di), "Una presenza discosta. Testimonianze di amici in ricordo di Mario Agliati 1922-2011", in Il Cantonetto, numero speciale, Lugano giugno 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]