Marina di Ginosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marina di Ginosa
frazione
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Provincia Provincia di Taranto-Stemma.png Taranto
Comune Ginosa-Stemma.png Ginosa
Territorio
Coordinate 40°25′47″N 16°53′23″E / 40.429722°N 16.889722°E40.429722; 16.889722 (Marina di Ginosa)Coordinate: 40°25′47″N 16°53′23″E / 40.429722°N 16.889722°E40.429722; 16.889722 (Marina di Ginosa)
Altitudine 12 m s.l.m.
Superficie 190,06 km²
Abitanti 6 000
Densità 31,57 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 74025
Prefisso 099
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti Marinesi
Patrono Sant'Antonio - 13 giugno
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Marina di Ginosa

Marina di Ginosa, detta anche Ginosa Marina, è una località balneare dell'arco ionico tarantino, frazione del comune di Ginosa (in provincia di Taranto). I suoi abitanti sono denominati marinesi, come distinzione dai ginosini, abitanti di Ginosa città.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Per la qualità del suo mare e delle sue spiagge sabbiose la FEE le ha riconosciuto per tredici anni la Bandiera Blu (nel 1995, nel 1997 e nel 1998, poi dal 1999 al 2001 e ininterrottamente dal 2003 al 2012)[1]. Ha inoltre ricevuto, per la stagione estiva 2009, le 3 Vele Blu da Legambiente[2].

Caratteristica predominante delle spiagge di Marina di Ginosa è la pineta di arbusti di macchia mediterranea che incorniciano per chilometri tutto il litorale. Pinete, queste, che rientrano nell'area naturale protettaPinete dell'Arco Ionico”.

È presente un piccolo lago, il lago Salinella, che si trova a circa 5 km dall'abitato sulla strada per Metaponto, che è destinato a diventare un'oasi naturale. Sulla riva del Lago Salinella è presente un'antica torre costiera, risalente al XVI secolo, costruita a difesa delle coste ioniche dalle incursioni turche nell'Italia meridionale: "Torre Mattoni". Ad ovest dell'abitato scorre il torrente del Galaso.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente denominata Ginosa Scalo per la presenza della stazione ferroviaria della Ferrovia jonica. Veniva anche deniminata Stornara per gli storni che numerosi vi fanno ritorno in autunno. Altro nome identificativa della zona per gli abitanti delle zone vicine era Venticinque, in riferimento al numero del casello ferroviario, numero che coincide anche per l'ubicazione al Km 25 della strada provinciale ex SS 580 (e cioè alla fine della stessa).

Nel 1957 il Ministro dell'Agricoltura e delle Foreste Emilio Colombo inaugura la nuova borgata rurale[3].

Nel 1958 venne attribuita alla borgata la denominazione ufficiale di Marina di Ginosa dall'allora Presidente della Repubblica[4].

A partire dal 1997 Marina di Ginosa conta un tessuto urbano più esteso di quello di Ginosa e una popolazione stabile di circa 6.000 abitanti.

Durante la notte fra l'1 ed il 2 marzo 2011, Marina di Ginosa è stata gravemente colpita da un'alluvione.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Il comune di Ginosa ha istituito un sistema bibliotecario dotando Marina di Ginosa della Biblioteca civica di Ginosa Marina.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Il principale luogo di interesse di Marina di Ginosa è il Lago Salinella, lago costiero retrodunale al confine tra la Puglia e la Basilicata, occupante il tratto terminale dell'antico alveo del fiume Bradano, il lago è un importante luogo dove sostano numerose specie migratorie dove è possibile fare Birdwatching. Sono inoltre da visitare:

  • Torre Mattoni torre d'avvistamento costiera di età medioevale sulla foce del Bradano
  • La Pineta Regina e la Pineta Cavese, polmoni verdi dell'abitato

Festività[modifica | modifica sorgente]

La festa patronale di Sant'Antonio di Padova si tiene il 12 e 13 giugno.

Sport[modifica | modifica sorgente]

La squadra di calcio di riferimento è il Ginosa, ma dal 1979 al 1997 la frazione ha avuto una compagine calcistica propria chiamata Stella Maris, che ha disputato 15 campionati di Terza Categoria e 2 campionati di Seconda Categoria.

Già nel 1971 erano state fondate due società di livello amatoriale: la Stella Marina 74025 e la Polisportiva Maris, che nel 1979 si fusero in un'unica società ribattezzata Stella Maris di Marina di Ginosa ed affiliata con la FIGC per disputare i campionati dilettantistici. La prerogativa iniziale della squadra era quella di schierare soli calciatori residenti a Ginosa Marina. Nell'anno di esordio 1979-1980 la compagine marinese vince il suo primo campionato. La seconda promozione è quella del 1996-1997 con la squadra bianco-stellata che vince tutte le partite in calendario. La società si scioglie l'anno successivo, nel 1997-98, a conclusione di un torneo negativo che la vede retrocedere nuovamente in Terza Categoria.Nel 1969 fu fondato il Tennis Club "Pro Loco" Marina di Ginosa che a distanza di oltre quarantanni continua la propria attività con la scuola avviamento tennis e con il tradizionale torneo nazionale di tennis di 3à e 4à Categoria.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Marina di Ginosa dispone di una stazione ferroviaria, che funge da principale collegamento tra la provincia di Taranto e la provincia di Matera.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

È presente una stazione meteorologica, la stazione meteorologica di Marina di Ginosa, una delle tante situata nella costa ionica. La stazione è di riferimento per il servizio meteorologico dell'Aeronautica Militare e per l'Organizzazione Mondiale della Meteorologia, che rileva i dati per la località di Marina di Ginosa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bandiere blu dell'anno 2012 - FEE-ITALIA
  2. ^ Guida Blu 2011 - Legambiente
  3. ^ Archivio Luce - L'Europeo Ciac E1076 26/07/1957
  4. ^ Decreto del presidente della Repubblica 27 1958, n. 802, in materia di "Mutamento della denominazione della frazione "Ginosa Marina" del comune di Ginosa, in provincia di Taranto in quella di "Marina di Ginosa"."

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]