Marija Uspenskaja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marija Uspenskaja nel trailer del film Il ponte di Waterloo (1940)

Marija Uspenskaja nota anche come Maria Ouspenskaya (in russo: Мария Успенская?) (Tula, 29 luglio 1876Los Angeles, 3 dicembre 1949) è stata un'attrice russa.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Marija Uspenskaja è stata un'importante attrice russa, divenuta poi una caratterista nel cinema americano degli anni trenta e quaranta. Interprete essenzialmente teatrale, apparve in venticinque film, dei quali i primi cinque girati in Russia tra il 1915 e il 1929. Allieva di Kostantin Stanislavskij, importò il suo metodo di recitazione negli Stati Uniti, insegnando a New York. Tra i suoi allievi, l'attrice Anne Baxter e Stella Adler, a sua volta, in seguito, celebre insegnante.

Fu candidata due volte all'Oscar come migliore attrice non protagonista, per Infedeltà (1936) di William Wyler e Un grande amore (1939) di Leo McCarey.

Il ruolo di Maleva[modifica | modifica sorgente]

Nel film Dracula morto e contento (1995), Mel Brooks le dedica un omaggio, facendo interpretare alla moglie Anne Bancroft, un piccolo ruolo di vecchia zingara che, non a caso, si chiama Madame Ouspenskaya e che richiama il personaggio di Maleva interpretato dall'attrice russa negli horror L'uomo lupo (1941) e Frankenstein contro l'uomo lupo (1943). In Wolfman (2010), rifacimento de L'uomo lupo, il personaggio di Maleva è interpretato da Geraldine Chaplin, figlia di Charlie Chaplin.

La morte[modifica | modifica sorgente]

Mentre stava fumando una sigaretta a letto nella propria abitazione di Woodland Hills (Los Angeles) l'attrice fu colpita da un ictus. La sigaretta accesa finì così sulle lenzuola provocando un incendio. Ricoverata in ospedale con gravi ustioni, morì pochi giorni dopo, il 3 dicembre 1949, all'età di settantatré anni[1].

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://news.google.com/newspapers?id=rI4kAAAAIBAJ&sjid=a-IFAAAAIBAJ&dq=maria%20ouspenskaya&pg=3647%2C4172751

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 6369108 LCCN: n85151878