Marie Spartali Stillman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marie Spartali Stillman fotografata da Julia Margaret Cameron nel 1868

Marie Euphrosyne Spartali Stillman (Londra, 10 marzo 1844Londra, 6 marzo 1927) fu una modella e pittrice inglese di origini greche. Durante i suoi sessant'anni di attività produsse più di un centinaio di opere ed espose regolarmente nelle gallerie della Gran Bretagna e degli Stati Uniti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maria Spartali fu la figlia più piccola di Michal Spartali, un ricco mercante e Console generale greco che viveva a Londra insieme a sua moglie Euphrosyne.

Lei e le sue cugine Maria Zambaco e Aglaia Coronio furono chiamate tra i loro amici le tre grazie, riprendendo quelle della mitologia greca: Aglaia, Eufrosina e Talia poiché erano tutte e tre molto belle e di discendenza greca. Algernon Swinburne disse di Spartali: "Lei è così bella che voglio sedermi e piangere".

Spartali studiò presso Ford Madox Brown dal 1864 per alcuni anni, assieme ai suoi bambini Lucy, Catherine e Oliver. Posò come modella per Brown stesso e anche per Edward Burne-Jones in The Mill (il mulino), per Julia Margaret Cameron, per Dante Gabriel Rossetti in A Vision of Fiammetta (Visione di Fiammetta), Dante's Dream (il sogno di Dante) e in The Bower Meadow (il prato sul pergolato), per John Roddam Spencer Stanhope e per James Abbott McNeill Whistler in La Princesse du Pays de la Porcelaine (la principessa del paese della porcellana).

A Rose from Armida's Garden (una rosa dal giardino di Armida) del 1894.

Nel 1871 contro il volere dei suoi genitori sposò il giornalista e pittore americano William James Stillman divenendo sua seconda moglie, la prima si era suicidata due anni prima. Il lavoro di lui come corrispondente estero portò alla divisione del tempo della coppia tra Londra e Firenze tra il 1878 e il 1883 e poi Roma dal 1889 fino al 1896. Lei viaggiò anche verso l'America e fu la sola preraffaellita di origine britannica a lavorare negli Stati Uniti.

La figlia di Spartali Euphrosyne "Effie" e la sua figliastra Lisa divennero entrambe delle artiste. Suo figlio Michael divenne architetto.

Marie Spartali morì a Londra nel 1927, fu cremata al cimitero di Brookwood vicino a Woking e sepolta presso la tomba di suo padre nel cimitero di West Norwood.

Le opere[modifica | modifica wikitesto]

Madonna Pietra degli Scrovigni del 1884

I soggetti delle sue opere sono quelli tipici dei preraffaelliti: figure femminili, scene di Shakespeare, Petrarca, Dante e Boccaccio e anche paesaggi italiani. Espose alla Dudley Gallery, alla Grosvenor Gallery e a quella che gli succedette, la New Gallery, alla Royal Academy, ed in varie gallerie degli Stati Uniti dell'est. Partecipò alla mostra del centenario a Filadelfia nel 1876. Una sua retrospettiva venne fatta negli Stati Uniti nel 1982.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • David B. Elliot, A Pre-Raphaelite Marriage: The Lives and Works of Marie Spartali Stillman and William James Stillman, Woodbridge, Suffolk, Antique Collectors' Club, 2005, ISBN 1-85149-495-2.
  • Jan Marsh, Pamela Gerrish Nunn, Pre-Raphaelite Women Artists, London, Thames and Hudson, 1998, pp. 131–135, ISBN 0-500-28104-1.
  • William James Stillman, Autobiography of a Journalist, London, Grant Richards, 1901.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 10961316 LCCN: nr2005026842