Marie-Louise O'Murphy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ragazza distesa (Louise O'Murphy)
Ragazza distesa (Louise O'Murphy)
Autore François Boucher
Data 1752
Tecnica olio su tela
Dimensioni 59 cm × 73 cm 
Ubicazione Alte Pinakothek, Monaco di Baviera

Marie-Louise O'Murphy (Rouen, 21 ottobre 1737Parigi, 11 dicembre 1814) è stata una cantante francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di origine irlandese, Marie-Louise O'Murphy (oppure Morphy), detta La Belle Morphyse, fu per tre anni (1752-1755) l'amante del re Luigi XV. Era figlia di una rivenditrice di abiti usati, usa a concedere le proprie figlie al miglior offerente. Di professione cantante, come la sorella maggiore Victoire, fu notata da un gentiluomo di camera del re Luigi XV, Dominique Guillaume Lebel, che la introdusse presso il sovrano. Ne divenne l'amante risiedendo stabilmente nel cosiddetto "Parco dei cervi", un insieme di padiglioni dove avvenivano gli incontri tra il sovrano e giovanissime ragazze di umile origine.

Nel 1754 diede al re una figlia.[1] Al termine della relazione, il sovrano organizzò il matrimonio della ragazza con Jacques de Beaufranchet, conte di Ayat. Il matrimonio fu di breve durata poiché, dopo appena due anni, il marito morì lasciandola in attesa di un figlio che nacque nel 1757.[2]

Dopo la vedovanza si risposò altre due volte: la prima con François-Nicolas Lenormand conte di Flaghac, dal quale ebbe una figlia, la seconda nel 1798 con Louis Philippe Dumont, deputato del Calvados alla Convenzione Nazionale, dal quale divorziò in capo ad un anno. Morì a Parigi l' 11 dicembre 1814.[3]

La O'Murphy è nota, oltre che per la relazione col re di Francia, anche per essere stata identificata come modella del quadro Ragazza distesa del pittore François Boucher. L'opera fu eseguita in svariate versioni sia dall'autore che da numerosi copisti.

La vicenda di Louison, come era soprannominata la O'Murphy, è documentata anche da Giacomo Casanova che, nelle sue memorie, descrive minuziosamente l'incontro con la ragazza, all'epoca tredicenne, avvenuto a Parigi, durante il suo primo soggiorno nella capitale francese. In quest'occasione l'avventuriero riferisce di essersi offerto di acquistare un dipinto che la ritraeva, sdraiata su un divano, eseguito “…da un pittore tedesco”.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Si tratta di Agathe Louise de Saint-Antoine de Saint-André (1754-1774) che andò sposa, nel 1773, a René-Jean-Mans de La Tour du Pin, marchese della Charce, (1750-1781)
  2. ^ Louis Charles Antoine de Beaufranchet, conte di Beaufranchet d'Ayat, generale, nato il 24 novembre 1757 e morto il 2 luglio 1812.
  3. ^ La O'Murphy morì a casa della figlia, baronessa di Tournehem, sita al numero 34 della Rue Lafitte (fonte: Le goût du roi... citato in bibl. pag.265).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giacomo Casanova, Histoire de ma vie, F.A. Brockhaus, Wiesbaden e Plon, Parigi 1960-1961. Edizioni italiane basate sul manoscritto originale: Piero Chiara (a cura di), traduzione Giancarlo Buzzi - Giacomo Casanova, Storia della mia vita, ed. Mondadori 1965. VII voll. di cui uno di note, documenti e apparato critico. Piero Chiara e Federico Roncoroni (a cura di) - Giacomo Casanova, Storia della mia vita, ed. Mondadori "I millenni" 1983. III voll. Ultima edizione Mondadori "I millenni" 2001.
  • Camille Pascal, Le goût du roi : Louis XV et Marie-Louise O'Murphy, Paris, Librairie Académique Perrin, 2006.
  • Alexander Schulz, Louison O'Morphy - Bouchers Model fǚr das "Ruhende Mädchen", Isny, Andreas Shultz, 1998.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 188583235 LCCN: nr89010522