Maria di Lusignano (1215-1251)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria di Lusignano (febbraio-marzo 12155 luglio 1251) fu la moglie del conte Gualtieri IV di Brienne e contessa di Brienne dal suo matrimonio nel 1233 fino alla morte del marito, avvenuta durante la settima crociata nel 1244.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Genitori di Maria erano Ugo I re di Cipro e Alice di Champagne, figlia della regina Isabella di Gerusalemme e di Enrico II, conte di Champagne. Aveva una sorella più giovane, Isabella, e un fratello, Enrico, che diventò re di Cipro alla morte del padre (gennaio 1218). Nel 1225, la madre Alice sposò in seconde nozze Boemondo V di Antiochia, dopo essere stata coinvolta, insieme a sua sorella Filippa, in una disputa con Bianca di Navarra sulla contea di Champagne.

Prima del 21 luglio 1229, Maria era stata promessa in sposa a Pietro I, duca di Bretagna, la cui moglie Alice di Thouars era morta nel 1221; tuttavia, il papa impedì le nozze a causa della loro consanguineità di quarto grado.

Nel 1233, allora si sposò con Gualtieri IV, conte di Brienne, divenendo contessa di Brienne. Il matrimonio era stato organizzato da suo zio Giovanni di Brienne.

Maria e Gualtieri ebbero tre figli:

  • Giovanni, conte di Brienne (c.1235-1260/61), che sposò Maria d'Enghien e morì senza figli.
  • Ugo di Brienne, conte di Brienne e Lecce (c.1240 - 1296), sposò in prime nozze Isabelle de la Roche, erede di Tebe, figlia di Guido I de la Roche, e in seconde nozze Elena Comnena Ducena, dalla quale ebbe una figlia, Giovanna di Brienne.
  • Amalrico di Brienne (morto giovane)

Maria divenne vedova nell'ottobre 1244 quando Gualtieri venne assassinato al Cairo. Era stato fatto prigioniero nella battaglia di Harbiyya, nella quale aveva condotto l'esercito crociato contro le forze egiziane. Il loro figlio maggiore, Giovanni gli succedette come conte di Brienne. Maria rimase alla corte cipriota e morì il 5 luglio nel 1251 (o 1253).