Maria d'Ungheria (1257-1323)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria d'Ungheria, regina di Napoli

Maria d'Ungheria (125725 marzo 1323) appartenente alla dinastia ungherese degli Arpadi, fu regina consorte di Napoli.

Fu la figlia - forse primogenita - di Stefano V d'Ungheria e di sua moglie, la regina Elisabetta, figlia di Kuthen, un capotribù dei Cumani[senza fonte]. Prima del matrimonio col sovrano angioino, Maria era di religione pagana[senza fonte]. Suo fratello Ladislao regnò sull'Ungheria dal 1272 al 1290. Dopo le nozze con Carlo II lo Zoppo, acquisì il titolo di regina consorte di Napoli, dal 1285 al 1309 e ricevette il castello di Melfi come residenza ufficiale nel 1284.

Fece ricostruire il complesso conventuale delle monache clarisse e la chiesa di Santa Maria Donnaregina a Napoli, danneggiati dal terremoto del 1293, dove fu collocato il suo sepolcro, opera di Tino di Camaino, terminato nel 1326.

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Nel giugno del 1270, all'età di circa tredici anni, sposò a Napoli l'erede al trono Carlo, duca di Calabria, figlio primogenito di Carlo d'Angiò e di Beatrice di Provenza. Dall'unione nacquero quattordici figli:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Regina consorte di Napoli Successore
Margherita di Borgogna 1285 - 5 maggio 1309 Sancha d'Aragona