Maria Schininà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria Schininà, in religione Maria del Sacro Cuore di Gesù (Ragusa, 10 aprile 1844Ragusa, 11 giugno 1910), è stata una religiosa italiana, fondatrice delle Suore del Sacro Cuore di Gesù: papa Giovanni Paolo II nel 1990 l'ha proclamata beata.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Maria Schininà, figlia del Cav. Giambattista Schininà dei Marchesi di Sant’Elia e dei Baroni di San Filippo del Monte e da N.D. Rosalia Arezzo Grimaldi dei Duchi di S.Filippo delle Colonne.Riceve un'educazione religiosa già da bambina. Dopo la morte dei genitori cambia radicalmente il suo stile di vita, abbandona ricevimenti e mondanità, si spoglia delle proprie ricchezze e si dedica all'aiuto dei bisognosi, dei lebbrosi e delle donne madri. i “tuguri” diventano la “sua nova casa”, viene così soprannominata la “madre dei poveri”.

Il culto[modifica | modifica sorgente]

La sua causa di canonizzazione venne introdotta il 16 gennaio 1975: dichiarata venerabile il 13 maggio 1989, è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II il 4 novembre 1990.

La sua memoria liturgica ricorre l'11 giugno.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

  • Guido Pettinati, I Santi canonizzati del giorno, vol. VI, Segno, Udine 1991, pp. 141-149.