Maria Jeritza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria Jeritza (Brno, 6 ottobre 1887Orange, 10 luglio 1982) è stata un soprano ceca.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Maria Jeritza, nata Marie Jedličková, è stata un celebre soprano della Moravia, che ha lavorato alla Staatsoper di Vienna (1912-1935) ed al Metropolitan Opera (1921-1932 e 1951).

La Jeritza è nata a Brno. Nel 1910, ha fatto il suo debutto come Elsa in Lohengrin di Wagner ad Olomouc. L'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria la sentì e subito le fece offrire un contratto al Wiener Staatsoper. Ha creato i ruoli di Blanchefleur in Der Kuhreigen di Wilhelm Kienzl nel Wiener Volksoper (1911), Arianna in Ariadne auf Naxos di Strauss a Stoccarda (1912), l'imperatrice in Die Frau ohne Schatten (1919) e Marie/Marietta in Die tote Stadt di Erich Wolfgang Korngold all'Opera di Amburgo (1920), che era anche il ruolo in cui ha debuttato al Metropolitan Opera il 19 novembre 1921.

A Vienna debutta nel 1912 come Chrysis in “Aphrodite“ di Max von Oberleithner diretta da Franz Schalk, poi Senta in Der Fliegende Holländer ed Elsa von Brabant in Lohengrin, nel 1913 Die Prinzessin in Das Spielwerk und die Prinzessin di Franz Schreker, Rosalinde in Die Fledermaus, Dot in Das Heimchen am Herd di Karl Goldmark e Minnie ne La fanciulla del West che interpreterà in 55 recite viennesi fino al 1953, nel 1914 Aida, nel 1915 Floria Tosca in Tosca che impersonerà a Vienna per 51 volte fino al 1953, Djamileh e Micaëla in Carmen, nel 1916 Violante in Violanta di Erich Wolfgang Korngold, Primadonna/Ariadne con successo nella prima di Ariadne auf Naxos con Lotte Lehmann e Valentine in Les Huguenots, nel 1917 Rachel ne La Juive ed Euryanthe von Savoyen in Euryanthe, nel 1918 Jenůfa di Leoš Janáček con successo e Salomè, nel 1920 Carmen diretta da Richard Strauss con la Lehmann e Georgette ne Il tabarro e nel 1921 Marietta/Die Erscheinung Mariens, Pauls verstorbener Gattin in Die tote Stadt di Korngold.

Al Metropolitan Opera House di New York debutta nel novembre 1921 come Marietta, Marie nella prima di Die tote Stadt con Angelo Badà, poi Tosca con Aureliano Pertile ed Antonio Scotti, Santuzza in Cavalleria rusticana con Pertile e Flora Perini, Sieglinde in Die Walküre ed Elsa in Lohengrin, nel 1922 Octavian in Der Rosenkavalier e Thaïs e nel 1923 Elisabeth in Tannhäuser.

Nel maggio 1923 a Vienna è Octavian in Der Rosenkavalier diretta da Clemens Krauss.

Ancora al Metropolitan nel dicembre 1923 è Fedora Romazov in Fedora con Giovanni Martinelli, nel 1924 Jenufa di Janáček, nel 1925 Maliella ne I gioielli della Madonna con Martinelli e Giuseppe Danise; il 16 novembre 1926, ha recitato nel ruolo di Turandot di Puccini nella sua premiere nordamericana al Metropolitan con Giacomo Lauri-Volpi e Giuseppe De Luca diretta da Tullio Serafin.

Ha anche creato il ruolo del titolo od importanti ruoli di soprano in Jenůfa di Janáček (1924), I gioielli della Madonna di Ermanno Wolf-Ferrari (1925), Violanta di Korngold (1927), Die ägyptische Helena di Richard Strauss (1928), Boccaccio di Franz von Suppé (1931) e Donna Juanita (1932).

Nel 1925 è Tosca nel Royal Opera House, Covent Garden di Londra.

Nell'aprile 1927 a Vienna è Turandot.

Nuovamente al Met nel novembre 1927 è Violanta di Korngold nella prima americana e nel gennaio 1928 Carmen con Lawrence Tibbett.

A Vienna nel giugno 1928 è Helena in Die ägyptische Helena diretta dal compositore.

Al San Francisco Opera nel settembre 1928 è Floria Tosca diretta da Gaetano Merola, poi Turandot, Fedora e Carmen con Ezio Pinza.

Ancora al Met nel novembre 1928 è Helena nella prima americana di Die ägyptische Helena, nel 1929 Minnie ne La fanciulla del West diretta da Vincenzo Bellezza con Martinelli, Tibbett Tancredi Pasero, nel 1930 Senta in Der Fliegende Holländer, nel 1931 Boccaccio di Franz von Suppé e nel gennaio 1932 René in Donna Juanita di von Suppé.

A San Francisco nel 1930 è Santuzza in Cavalleria rusticana, Minnie ne La fanciulla del West, Nedda in Pagliacci, Salome ed Elizabeth in Tannhäuser.

A Vienna nel giugno 1932 è Giovanni Boccaccio di Suppé e torna nel 1951 fino al 1953 raggiungendo 442 presenze viennesi.

Nel 1951 è Rosalinde in Die Fledermaus con Jarmila Novotna e John Brownlee diretta da Eugene Ormandy nella sua ultima delle 345 presenze al Met.

Era popolare al Metropolitan come in Vienna, soprattutto come Tosca, Carmen e Thaïs di Massenet.

Dopo due anni di matrimonio con un uomo di nome Wiener, ha sposato un barone austriaco, Friedrich Leopold Salvator Freiherr von Podhragy Popper (1886-1953). Ha sposato il suo terzo marito, nel 1935, il magnate di Hollywood Winfield R. Sheehan che morì nel 1945. Nel 1948 si sposò con l'uomo d'affari Irving Seery del New Jersey e si trasferì in un palazzo nel Forest Hill quartiere di Newark, dove ha vissuto fino alla sua morte nel 1982, all'età di 94 anni. Morì nel Orange, New Jersey e fu sepolta nel Holy Cross Cemetery a North Arlington.

La Jeritza fatto una serie di registrazioni a 78 giri che testimoniano la qualità della sua voce. Molte di queste registrazioni sono stati rilasciate su CD.

Discografia parziale[modifica | modifica sorgente]

  • Lebendige Vergangenheit - Maria Jeritza, 1999 Preiser
  • Maria Jeritza - Recordings 1914-1927, 2010 Classical