Maria Immacolata Clementina di Borbone-Due Sicilie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Immacolata di Borbone-Due Sicilie
Maria Immacolata di Borbone-Due Sicilie
Ariduchessa e Principessa Maria Immacolata d'Austria; Principessa Maria Immacolata d'Ungheria, Boemia e Toscana
Nome completo Maria Immacolata Clementina
Nascita Napoli, Due Sicilie, 14 aprile 1844
Morte Vienna, Austria, 18 febbraio 1899
Luogo di sepoltura Cripta Imperiale, Vienna
Dinastia Borbone-Due Sicile
Asburgo-Lorena
Padre Ferdinando II delle Due Sicilie
Madre Maria Teresa d'Austria
Consorte Arciduca Carlo Salvatore d'Austria

Maria Immacolata Clementina di Borbone-Due Sicilie (18441899) era una principessa delle Due Sicilie, figlia di Ferdinando II di Borbone e della sua seconda moglie Maria Teresa d'Austria.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era la quintogenita e la seconda tra le figlie femmine del re Ferdinando II e di Maria Teresa d'Asburgo-Teschen; sua madre era figlia primogenita dell'arciduca Carlo d'Asburgo-Teschen e della principessa Enrichetta di Nassau-Weilburg. Attraverso il suo matrimonio con Carlo Salvatore d'Asburgo-Toscana, Maria Immacolata divenne Arciduchessa d'Austria, Principessa d'Austria, Ungheria, Croazia e Boemia. Fu Dama dell'Ordine della Croce Stellata

Pudica e riservata, Maria Immacolata veniva chiamata scherzosamente dal padre "Petitta". Come le sorelle, era cresciuta avendo come modello la madre, la quale aborriva feste e vita di corte per dedicarsi alla cura dei figli e al cucito. Dopo la fuga da Napoli, seguì la famiglia a Roma, dove venne fatta alloggiare dal Papa presso il Palazzo del Quirinale.

Maria Immacolata era nota per la sua bellezza e per questo motivo l'imperatrice Elisabetta d'Austria, la incluse nel suo album di foto di belle donne inoltre poiché il marito di Maria Immacolata era solito regalarle una collana di perle ogni volta che lei partoriva un altro bambino, l'imperatrice Elisabetta aveva ironicamente soprannominato la famiglia "pescatori di perle". Infine, la figlia più giovane dell'imperatrice Elisabetta, Arciduchessa Maria Valeria, sposò il figlio di Maria Immacolata, l'Arciduca Francesco Salvatore.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica sorgente]

Poco dopo però venne data in sposa all'arciduca Carlo Salvatore di Toscana. La coppia ebbe dieci figli:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Arrigo Petacco. La regina del sud. Milano, Mondadori, 1992. ISBN 88-04-43391-4
  • Altre notizie sono state prese dalla corrispondente voce nella Wikipedia in lingua inglese

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie