Maria Giuseppina d'Asburgo-Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria Giuseppa Gabriella Giovanna Antonia Anna d'Asburgo-Lorena (Maria Josepha Gabriela Johanna Antonia Anna), arciduchessa d'Austria (Vienna,19 marzo 1751 – Vienna, 15 ottobre 1767), era la dodicesima figlia - la nona femmina - di Maria Teresa d'Asburgo, regina di Boemia e d'Ungheria, e di Francesco I, Sacro Romano Imperatore.

Maria Giuseppa d'Asburgo-Lorena
Maria Giuseppina d'Austria.Ritratto di Anton Raphael Mengs, 1767.
Maria Giuseppina d'Austria.
Ritratto di Anton Raphael Mengs, 1767.
Arciduchessa d'Austria
Nome completo Maria Giuseppa Gabriella Giovanna Antonia Anna
Trattamento Sua Altezza imperiale e reale
Altri titoli Arciduchessa d'Austria

Principessa di Germania
Principessa di Boemia
Principessa d'Ungheria
Principessa di Toscana

Nascita Vienna, 19 marzo 1751
Morte Vienna, 15 ottobre 1767
Sepoltura Cripta Imperiale, Vienna
Dinastia Asburgo-Lorena
Padre Francesco Stefano di Lorena
Madre Maria Teresa d'Austria
Religione Cattolicesimo

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Due arciduchesse d'Austria in vesti auliche: Maria Giuseppina (sinistra) e Maria Antonietta (destra) oppure Maria Giovanna (sinistra) e Maria Giuseppina (destra). Dipinto di Pierre Benevault, 1759.

L'arciduchessa Maria Giuseppa crebbe a stretto contatto con la sorella Maria Giovanna, maggiore di lei di un solo anno. Erano legatissime e condividevano la stessa stanza. Giovanna fu fidanzata a Ferdinando IV di Napoli, figlio di Carlo III di Spagna, ma morì di vaiolo a soli dodici anni, nel 1762 e fu a lungo pianta dalla sorella Giuseppa. Pochi anni dopo, nel 1765, morì anche il padre Francesco Stefano.

Maria Giuseppa crescendo diventò una splendida adolescente - «deliziosamente bella, docile di natura[1]» - e fu la prediletta del fratello, l'imperatore Giuseppe II. Nel 1767 Maria Giuseppa fu ufficialmente fidanzata a Ferdinando IV e ad ottobre ricevette un ritratto del fidanzato decorato con diamanti, apprestandosi a partire per il regno partenopeo.

Maria Teresa, consapevole del fatto che il futuro genero era estremamente indisciplinato, affidò il compito di educare Maria Giuseppa ai suoi futuri doveri di regina alla contessa Trauttmansdorff, cui scrisse:

« Vi è stato affidato il compito di educare mia figlia, destinata a diventare prossimamente la moglie di un re, che ella può rendere felice o infelice. Questo giovane principe, fin dall'infanzia, non ha conosciuto altra autorità che la propria. Vi assicuro che prevedo quale sarà l'avvenire di questi sposi, e che il mio cuore di madre ne è molto turbato. Giuseppina dovrà essere sacrificata alla ragion di Stato, e se compirà i suoi doveri verso Dio e verso il suo sposo, io sarò contenta di lei. Il re di Napoli si interessa soltanto di caccia e di teatro. È molto immaturo, non impara niente, ignora cosa sia la gentilezza, parla soltanto un cattivo italiano, è abituato a fare ciò che vuole, e non ha nessuno che possa o voglia dargli un'educazione. Tale è la triste verità per ciò che lo riguarda. Occorre modificare il carattere della futura regina, che avrà bisogno di una gran forza d'animo. Mia figlia ha una certa tendenza all'egoismo; spero che se ne correggerà. Ha molto riserbo: questa è una fortuna per lei, ma non conviene che spinga troppo oltre questa riservatezza. Bisogna abituarla a dar prova di carattere docile e piacevole, ed a cercare la felicità in se stessa, nell'arte, nella musica, e in altre analoghe occupazioni.[2] »

Pochi mesi prima, a maggio, era morta di vaiolo la moglie di Giuseppe, Maria Giuseppa di Baviera, e l'imperatrice Maria Teresa stessa si ammalò, riuscendo tuttavia a sopravvivere. Poco prima che Maria Giuseppa partisse per il lungo viaggio verso Napoli, Maria Teresa la portò con sé nella Cripta Imperiale, per pregare per la defunta cognata. Tuttavia la tomba della moglie di Giuseppe non era stata ben sigillata: durante i festeggiamenti a Vienna per le imminenti nozze, Maria Giuseppina si ammalò di vaiolo. Spirò dopo dieci giorni, il 15 ottobre.

In seguito Maria Antonietta, la futura regina di Francia, ricordò che in quel periodo la sorella maggiore Giuseppa, triste e malinconica, la prendeva in braccio e le diceva, quasi con premonizione, che l'avrebbe lasciata per sempre, non per il regno di Napoli ma per la tomba di famiglia[3].

In conseguenza della morte di Maria Giuseppa, Ferdinando IV fu fidanzato nuovamente con un'altra delle sorelle, Maria Carolina, che sposò e da cui ebbe diciotto figli.

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Asburgo-Lorena
Sacro Romano Impero (1745-1806)

Leopold II Arms-imperial.svg

Francesco I (1745-1765)
Giuseppe II (1765-1790)
Leopoldo II (1790-1792)
Francesco II (1792-1806),
poi imperatore d'Austria



Albero genealogico di tre generazioni di Maria Giuseppina
Maria Giuseppina Padre:
Francesco Stefano di Lorena
Nonno paterno:
Leopoldo di Lorena
Bisnonno paterno:
Carlo V di Lorena
Bisnonna paterna:
Eleonora Maria Giuseppina d'Austria
Nonna paterna:
Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans
Bisnonno paterno:
Filippo I di Borbone-Orléans
Bisnonna paterna:
Elisabetta Carlotta di Baviera
Madre:
Maria Teresa d'Asburgo
Nonno materno:
Carlo VI d'Asburgo
Bisnonno materno:
Leopoldo I d'Asburgo
Bisnonna materna:
Eleonora del Palatinato-Neuburg
Nonna materna:
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel
Bisnonno materno:
Luigi Rodolfo di Brunswick-Lüneburg
Bisnonna materna:
Cristina Luisa di Öttingen

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A. Fraser, Maria Antonietta - La solitudine di una regina, 2003, p. 37.
  2. ^ E. Ferri, Maria Teresa - Una donna al potere, 1995, p. 253.
  3. ^ A. Fraser, Ibid.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edgarda Ferri, Maria Teresa - Una donna al potere, Mondadori, Milano, 1995.
  • Antonia Fraser, Maria Antonietta - La solitudine di una regina, Mondadori, Milano, 2003.
  • (DE) Constantin Wurzbach, Biographisches Lexikon des Kaisertums Österreich, Vienna, 1861, Vol. VII, p. 51. (versione online)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 18314246