Maria Francesca di Savoia-Nemours

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Francesca di Savoia
Maria Francesca di Savoia.
Maria Francesca di Savoia.
Regina consorte di Portogallo
Stemma
In carica 1666-1668
1683
Predecessore Luisa di Guzmán
Successore Maria Sofia del Palatinato-Neuburg
Nome completo Maria Francesca Elisabetta di Savoia
Nascita Parigi, 22 giugno 1646
Morte Lisbona, 27 dicembre 1683
Luogo di sepoltura Monastero di San Vincenzo Fuori le Mura, Lisbona
Casa reale Casa Savoia
Dinastia Duchi di Nemours
Padre Carlo Amedeo di Savoia-Nemours
Madre Elisabetta di Borbone-Vendôme
Coniugi Alfonso VI del Portogallo
Pietro II del Portogallo
Figli Isabella Luisa di Braganza

Maria Francesca Elisabetta di Savoia (Parigi, 22 giugno 1646Lisbona, 27 dicembre 1683) era figlia di Carlo Amedeo di Savoia-Nemours, duca di Aumale, e di Elisabetta di Borbone-Vendôme. Fu regina di Portogallo dal 1666 al 1668 come moglie di re Alfonso VI e nuovamente nel 1683 avendo sposato il cognato, re Pietro II.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Necessitando del supporto portoghese contro il nemico comune, la Spagna, re Luigi XIV di Francia combinò un matrimonio tra Maria Francesca, appartenente ad un'importante famiglia della nobiltà francese, con il nuovo re di Portogallo, Alfonso VI; era questi un giovane uomo dalla salute cagionevole, psicologicamente instabile e la cui parte sinistra era paralizzata.

Maria Francesca partì da La Rochelle a bordo della Vendôme. Una volta raggiunta Lisbona, dove si sposò nel 1666, si trovò però ben presto scontenta del suo destino, così fomentò una rivolta di palazzo che portò alla fine del governo di Luís de Vasconcelos e Sousa, 3º conte di Castelo Melhor.

Dal momento che la guerra di restaurazione portoghese era ancora in corso, il governo dell'incapace Alfonso VI era influenzato dai membri più ambiziosi della nobiltà. Nel 1667, la regina Maria Francesca, assieme al fratello minore del re, l'infante Pietro, condusse una rivolta che costrinse il Re ad abdicare dai suoi poteri e a recarsi in esilio a Terceira, nelle Azzorre. Essa si ribellò al marito grasso ed impotente e, dopo sedici mesi di matrimonio non consumato, ottenne l'annullamento.

Pochi mesi dopo Maria Francesca sposò il principe Pietro, divenuto reggente per il fratello. Nel 1669 diede alla luce una figlia, Isabella Luisa di Braganza, principessa di Beira; la dinastia di Braganza si stava avviando verso l'estinzione e Pietro necessitava di un erede, ciononostante la moglie non era in grado di generare altri figli.

Alla morte di Alfonso VI nel 1683, Pietro gli succedette sul trono come Pietro II e Maria Francesca divenne nuovamente regina, per morire nel dicembre dello stesso anno.

Venne inizialmente sepolta nel convento delle francescane e poi, nel 1912, venne traslata nel Pantheon dei Braganza nel monastero di San Vincenzo Fuori le Mura.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Maria Francesca e Pietro ebbero una figlia:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Regina consorte di Portogallo Successore Armoires portugal 1481.svg
Luisa di Guzmán 1666-1668 Sé stessa col secondo matrimonio I
Sé stessa col primo matrimonio 1683 Maria Sofia del Palatinato-Neuburg II

Controllo di autorità VIAF: 180821769 LCCN: n2011064958