Maria (Nabokov)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria
Titolo originale Машенька (Mashen'ka)
Autore Vladimir Nabokov
1ª ed. originale 1926
1ª ed. italiana 1971
Genere romanzo
Lingua originale russo

Maria è un romanzo di Vladimir Nabokov, pubblicato per la prima volta in russo nel 1926 sotto lo pseudonimo di V. Sirin presso le edizioni Slovo. L'autore stesso, con l'aiuto di Michael Glenny, lo ha poi tradotto in inglese nel 1970 con il titolo Mary.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È il racconto di Lev Glebovič Ganin, emigrante russo in fuga dalla rivoluzione del 1917 e rifugiato a Berlino, in una pensione, dove scopre che Maria, un'infermiera di cui è innamorato e che non vede da molti anni, è ora sposata con il vicino di stanza, Aleksej Ivanovič Alfiorov, e presto lo deve raggiungere dalla Russia. Ganin, tuttavia, convinto che anche lei lo ami e che il matrimonio di lei sia forzato, aspetta di incontrarla.

Sia la ragazza sia il marito riappariranno come personaggi secondari in La difesa di Lužin.

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica wikitesto]

Dal romanzo è stato tratto un film nel 1987 per la regia di John Goldschmidt[1].

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria, trad. di Ettore Capriolo, Milano: Mondadori (coll. "Scrittori italiani e stranieri"), 1971

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la pagina sull'IMDB.
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura