Marià Fortuny i de Madrazo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mariano Fortuny y Madrazo

Mariano Fortuny y Madrazo (in catalano Marià Fortuny i de Madrazo, pronuncia /maɾi'a fuɾ'tuɲ i de ma'dɾaθo/; Granada, 11 maggio 1871Venezia, 3 maggio 1949) è stato un pittore, stilista, scenografo e designer spagnolo naturalizzato italiano.

La signora Condé Nast vestita con l'abito da sera Delphos.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fortuny nacque come figlio d'arte: suo padre era il pittore catalano Marià Fortuny i Marsal, mentre sua madre, Cecilia de Madrazo, proveniva parimenti da una famiglia di artisti (era figlia di Federico de Madrazo e nipote di José de Madrazo). Rimasto orfano del padre all'età di tre anni, Mariano Fortuny si trasferì a Parigi con sua madre e nella capitale francese si accostò per la prima volta alla pittura. Nel 1889 la famiglia si trasferì a Venezia e Fortuny stabilì il suo laboratorio nel Palazzo Pesaro Orfei.

Fortuny si dedicò alla pittura, all'incisione, alla scenografia, alla scenotecnica e illuminotecnica, alle arti applicate. Concepì inoltre creazioni di moda: recuperando l'abbigliamento greco, le stampe di Morris e motivi decorativi catalani, Fortuny creò uno stile caratterizzato da lunghe tuniche (Delphos) realizzate con tessuti leggeri lavorati a sottilissime piegoline: a lui si ricollega l'ideazione della plissettatura, con il relativo brevetto nel 1909[1].

Fece parte del gruppo di 27 artisti che a Venezia contribuirono alla decorazione della valigia di cartone che radunò attorno a sé l'Ordine de La Valigia.

Fortuny morì all'età di 78 anni nel suo palazzo veneziano, che fu poi (1956) donato dalla vedova, Henriette Negrin, alla città di Venezia. Il palazzo ospita oggi il Museo Fortuny.

L'artista è sepolto al Cimitero del Verano, a Roma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ENIT) Vogue Italia encyclo, p. 2

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59892210 LCCN: n81074762