Margherita di Borgogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Margherita di Borgogna (disambigua).

Margherita di Borgogna (12504 settembre 1308) fu Contessa di Tonnerre e, dopo il matrimonio con Carlo I d'Angiò, divenne contessa consorte d'Angiò e di Provenza e regina consorte di Sicilia dal 1268 al 1282 e poi solo regina consorte di Napoli sino al 1285 ed infine regina titolare consorte di Gerusalemme.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Seconda figlia dell'erede della contea di Borgogna, Eudes di Borgogna (1231 – San Giovanni d'Acri, 4 agosto 1266) e della contessa di Nevers, Auxerre e di Tonnerre, Mahaut di Borbone-Dampierre (12341262), figlia del signore di Borbone, Arcimbaldo IX, e di Iolanda di Châtillon-Nevers.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alla morte della madre, nel 1262, Margherita ereditò il titolo di Contessa di Tonnerre, che tenne fino alla morte. Il 18 novembre 1268 andò in sposa, come seconda moglie, a Carlo I d'Angiò, re di Sicilia e conte d'Angiò, del Maine e di Provenza. Dal matrimonio nacque un'unica figlia, Margherita, che morì in tenera età. Nel 1277, Carlo comprò da Maria di Antiochia il titolo di re di Gerusalemme divenendone così il titolare, mentre Margherita divenne regina titolare consorte del regno crociato ormai decaduto.

Con lo scoppio della Guerra del Vespro, il 30 marzo 1282, a Palermo, i francesi furono scacciati da tutta l'isola e Carlo d'Angiò perse la corona di Sicilia, che fu offerta a Pietro III d'Aragona, marito di Costanza, la figlia di Manfredi, mentre Carlo riuscì a difendere la parte continentale del regno, che avrebbe preso il nome di Regno di Napoli. Margherita seguì le sorti del marito e dal 1282 divenne regina consorte di Napoli.

Alla morte di re Carlo, nel 1285, Margherita fece ritorno nel suo feudo di Tonnerre, prendendo dimora in quel castello insieme a Margherita di Brienne, vedova di Boemondo VII d'Antiochia (12751287), e a Caterina I di Courtenay, Imperatrice titolare di Costantinopoli, figlia di Beatrice d'Angiò (1252-1275) e di Filippo I di Courtenay (1243-1283). A Tonnerre le tre donne si dedicarono a una vita di carità e di preghiera. Margherita fondò lì l'Hospice des Fontenilles e si occupò di reperire fondi per il suo mantenimento.

Margherita di Borgogna morì nel 1308, lasciando tutti i suoi averi alla nipote Giovanna II di Châlon-Auxerre. Fu sepolta all'interno dell'Hospice.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Margherita e Carlo ebbero un'unica figlia:

  • Margherita (?-?), che morì in giovane età.


Predecessore:
Beatrice di Provenza
Regina consorte di Sicilia
12681282
Successore:
Costanza di Hohenstaufen
Regina consorte di Napoli
12681285
Successore:
Maria d'Ungheria



Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Previté-Orton, L'Italia nella seconda metà del XIII secolo, in «Storia del mondo medievale», vol. V, 1999, pp. 198-244.

Controllo di autorità VIAF: 13198971