Margherita di Borbone-Parma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima principessa, consorte di Carlo Maria di Borbone-Spagna, vedi Margherita di Borbone-Parma (1847-1893).
Ducato di Parma
Casa di Borbone-Parma
Ducal Coat of Arms of Parma (1748-1802).svg

Carlo I (1731 - 1735)
Filippo I (1748 - 1765)
Ferdinando I (1765 - 1802)
Ludovico (Re d'Etruria)
Carlo II (1847 - 1849)
Carlo III (1849 - 1854)
Roberto I (1854 - 1859)
Enrico di Borbone
Giuseppe di Borbone
Elias di Borbone
Roberto Ugo di Borbone
Saverio di Borbone
Carlo Ugo di Borbone
Carlo Saverio
Modifica

Margherita Maria Beatrice di Borbone-Parma (neer. Margarita Maria Beatrix Prinses de Bourbon de Parme; Nimega, 13 ottobre 1972) è la figlia maggiore della principessa Irene di Orange-Nassau e di Carlo Ugo, duca titolare di Parma[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia e gioventù[modifica | modifica sorgente]

Nata a Nimega, essa è la sorella gemella del principe Jaime; ha inoltre un fratello maggiore, Carlo Saverio, e una sorella più piccola, Carolina. La loro zia, la regina Beatrice dei Paesi Bassi, è una dei suoi padrini di battesimo.

Nel 1981 i suoi genitori divorziarono; Margherita, assieme alla madre e ai fratelli, si trasferì dalla Spagna nei Paesi Bassi, dove visse assieme ai nonni, la regina Giuliana ed il principe consorte Bernhard van Lippe-Biesterfeld, a Baarn. In seguito essa è andata a vivere a Wijk bij Duurstede; Margherita ha studiato antropologia culturale alla Vrije Universiteit di Amsterdam e attualmente è una designer di interni.

Primo matrimonio e controversie[modifica | modifica sorgente]

Nel 1998 Margherita incontrò Edwin Karel Willem de Roy van Zuydewijn; il 19 giugno 2001, ad Amsterdam, è stato celebrato il matrimonio religioso, mentre la celebrazione religiosa, con rito cattolico, è avvenuta ad Auch, in Francia, e presieduta da Ronald Philippe Bär, ex vescovo di Rotterdam. De Roy van Zuydewijn non era però ben visto dalla famiglia reale per cui al matrimonio non hanno presenziato i membri più anziani del casato. La coppia è andata a vivere in un castello in Francia, a Bartas, ma a partire dal 2004 la principessa si è vista sempre più spesso ad Amsterdam. Il 13 agosto 2004 l'avvocato di Margherita ha annunciato che erano state avviate le pratiche del divorzio, ufficializzato l'8 novembre 2006.

Nel 2003 una serie di eventi ottenne l'attenzione della stampa con il nome Scandalo Margherita[2]. Attraverso i media, Margherita ed il marito accusarono la famiglia reale e i servizi segreti olandesi di ostacolare gli affari della Fincentives, la società di De Roy van Zuydewijn; affermarono inoltre che le loro conversazioni telefoniche erano state registrate. Benché sembra che esistessero della verità nelle loro accuse, essi si misero in ridicolo aggiungendo pretese assurde e raccontando spezzoni di vita privata dei reali dei Paesi Bassi[3]. Quando venne rivelato che il consiglio personale della Regina aveva disposto un'indagine, il diritto di agire venne loro legalmente tolto dalla stessa sovrana.

A causa di questi dissidi, la principessa Margherita non è stata invitata né al matrimonio del principe Guglielmo Alessandro con Máxima Zorreguieta, né al funerale dello zio, il principe Claus. In ogni caso, a partire dalla fine del matrimonio con De Roy van Zuydewijn, la sua relazione con la famiglia reale è migliorata.

Secondo matrimonio e famiglia[modifica | modifica sorgente]

Nel febbraio 2008 Margherita ha annunciato la sua intenzione di unirsi in matrimonio con Tjalling Siebe ten Cate (n. Dordrecht, 23 dicembre 1975) in maggio e che essi stavano aspettando un figlio per agosto[4]. La coppia aveva iniziato a convivere ad Amsterdam l'anno precedente.

Il 3 maggio 2008 la coppia si è sposata[5] e il 3 settembre la principessa Margherita ha dato alla luce la prima figlia, Julia Carolina Catharina ten Cate, nella clinica Onze Lieve Vrouwe Gasthuis ad Amsterdam.

Nobilitazione[modifica | modifica sorgente]

Già principessa di stirpe ducale per nascita, il 2 settembre 1996 il padre le attribuì il titolo nobiliare di Contessa di Colorno[6][7]. Lo stesso anno essa venne incorporata nella nobiltà olandese dalla regina Beatrice, con il titolo dal rango più elevato, Principessa di Borbone di Parma (Prinses de Bourbon de Parme)[8], e il trattamento di Altezza Reale (Hare Koninklijke Hoogheid).

Margherita non appartiene ufficialmente né alla Casa d'Orange-Nassau, né tantomeno alla Casa reale olandese[7]. Dal momento che la regina Giuliana era sua nonna e la regina Beatrice è sua zia, ella è comunque un membro della famiglia reale olandese estesa.

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Margherita di Borbone-Parma Padre:
Carlo Ugo di Borbone-Parma
Nonno paterno:
Saverio di Borbone-Parma
Bisnonno paterno:
Roberto I di Parma
Trisnonno paterno:
Carlo III di Parma
Trisnonna paterna:
Luisa Maria di Borbone-Francia
Bisnonna paterna:
Maria Antonia di Braganza
Trisnonno paterno:
Michele del Portogallo
Trisnonna paterna:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Nonna paterna:
Maddalena di Borbone-Busset
Bisnonno paterno:
Giorgio di Borbone-Busset, conte di Lignières
Trisnonno paterno:
Enrico di Borbone-Busset, conte di Lignières
Trisnonna paterna:
Adrienne de Mailly-Nesle
Bisnonna paterna:
Jeanne de Kerret de Quillien
Trisnonno paterno:
René de Kerret, visconte di Quillien
Trisnonna paterna:
Marie Léonie Gautier
Madre:
Irene di Orange-Nassau
Nonno materno:
Bernhard van Lippe-Biesterfeld
Bisnonno materno:
Bernardo di Lippe-Biesterfeld
Trisnonno materno:
Ernesto di Lippe-Biesterfeld
Trisnonna materna:
Carolina di Wartensleben
Bisnonna materna:
Armgard di Sierstorpff-Cramm
Trisnonno materno:
Aschwin di Sierstorpff-Cramm
Trisnonna materna:
Edvige di Sierstorpff
Nonna materna:
Giuliana dei Paesi Bassi
Bisnonno materno:
Enrico di Meclemburgo-Schwerin
Trisnonno materno:
Federico Francesco II di Meclemburgo-Schwerin
Trisnonna materna:
Maria di Schwarzburg-Rudolstadt
Bisnonna materna:
Guglielmina dei Paesi Bassi
Trisnonno materno:
Guglielmo III dei Paesi Bassi
Trisnonna materna:
Emma di Waldeck e Pyrmont

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama di Gran Croce Ordine del Merito di San Lodovico - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce Ordine del Merito di San Lodovico
— [9]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Articolo sul sito web della televisione olandese NOVA
  2. ^ Affaire-Margarita pas laat serieus genomen, in "nrc handelsblad" su www.nrc.nl, 21 marzo 2003; consultato il 22 maggio 2010
  3. ^ Everything2 Princess Margarita of Bourbon-Parma, in "everything2", su everything2.com, 6 marzo 2003; consultato il 22 maggio 2010
  4. ^ Pr. Margarita: May wedding & August baby, in "News Summary", su gpdhome.typepad.com/royalblognl_news_summary, 20 febbraio 2008; consultato il 22 maggio 2010
  5. ^ Prinses Margarita getrouwd met Tjalling ten Cate su carmen.web-log.nl, 4 maggio 2008; consultato il 22 maggio 2010
  6. ^ Almanacco di Gotha, (182nd ed.), 1998, p. 55; ISBN 0-9532142-0-6
  7. ^ a b Margarita de Bourbon de Parme su www.novatv.nl, 24 febbraio 2003; consultato il 22 maggio 2010
  8. ^ The 14th list of nobility determined by royal decree on 9 June 2004 (Stb.307), su www.hogeraadvanadel.nl; consultato il 22 maggio 2010
  9. ^ PPE Agency, King Willem-Alexander's inthronization, Photo

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie