Margaret Doody

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Margaret Anne Doody (1939) è una scrittrice canadese anglofona.

È docente di letteratura comparata presso la University of Notre Dame e autrice di una teoria letteraria che fa risalire la nascita del romanzo nell'età classica, esposta nel saggio La vera storia del romanzo (The True Story of the Novel) (2000).

Come scrittrice, ha pubblicato alla fine degli anni settanta un romanzo giallo ed un racconto nel quale l'investigatore protagonista era il filosofo stagirita Aristotele, ma le pubblicazioni non ebbero successo e per lungo tempo la Doody smise questa attività.

Nel 1999 i due volumi sono stati ripubblicati in Italia, riscuotendo grande consenso di pubblico e di conseguenza la scrittrice ha ripreso la serie con nuovi racconti.

Nella serie, un insolito connubio tra thriller e filosofia, un Aristotele in veste di Sherlock Holmes, affiancato da Stefanos come Watson, risolve una serie di casi criminosi applicando le ferree leggi della sua logica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Aristotele[modifica | modifica wikitesto]

Altri romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14787179