Marcos Locatelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcos Locatelli
Marcos Locatelli.jpg
Marcos Locatelli con la maglia del Genoa (1964)
Dati biografici
Nome Marcos Alberto Locatelli
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 169 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1974
Carriera
Squadre di club1
1959-1960 Independiente Independiente 2 (0)
1960-1963 Torino Torino 42 (13)
1963-1968 Genoa Genoa 109 (26)
1973-1974 Levante Genova Levante Genova  ? (?)
Carriera da allenatore
1979-1980 Savona Savona [1]
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Marcos Alberto Locatelli (Mar del Plata, 21 dicembre 1939Genova, 5 luglio 2010) è stato un calciatore argentino, di ruolo centrocampista.

Il suo nome veniva italianizzato in Marco Locatelli ma veniva chiamato Chico Locatelli.[2]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera nell'Independiente finché nell'estate del 1960 passa al Torino. Con questa maglia passa tre stagioni contando 42 presenze e segnando 13 reti. Il suo esordio avviene il 23 settembre 1960 nella partita casalinga persa per 1-0 contro la Sampdoria. La sua prima rete la mette a segno il 2 aprile 1961 nella partita casalinga pareggiata 1-1 contro la Fiorentina. L'ultima partita la disputa il 24 giugno 1963, in una trasferta persa dai granata 2-1 contro il Lens nella finale della Coppa Amicizia[3].

Successivamente l'argentino passa al Genoa dove passa sei stagioni contando 109 presenze, 26 gol e diventando anche capitano. Arrivò a Genova insieme all'allenatore Beniamino Santos e al difensore Fossati, tutti e tre provenienti dal Torino.[4]

Dopo l'esperienza al Genoa scade il contratto, rimane senza squadra e l'allenatore della Lazio Lorenzo lo tiene sotto osservazione e lo fa giocare in alcune amichevoli senza però farlo mai tesserare[2].

Torna a giocare in Liguria nel 1973, disputando una stagione tra le file della Levante[5], sodalizio genovese militante in Serie D, dove concluderà definitivamente la carriera agonistica.

Dopo il suo ritiro è rimasto a vivere a Genova,[6] sua nuova terra d'adozione, allenando squadre minori e dove è morto il 5 luglio 2010[7][8].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 1980, edizioni Panini, pag. 321
  2. ^ a b Per Locatelli decisione in settimana.
  3. ^ Giocatori del Torino Calcio con la L, faccedatoro.altervista.org.
  4. ^ Nel 1964 il Genoa batte la Juve per 3-2 grazie a due gol di Chico Locatelli, Blogseriea.it.
  5. ^ È mancato Chico Locatelli. Fondazionegenoa.com
  6. ^ il Giornale.it
  7. ^ genova.repubblica.it
  8. ^ Pianetagenoa1893.net

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]