Marco Mortara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Marco Mortara (Viadana, 7 maggio 1815Mantova, 2 febbraio 1894) è stato un rabbino e insegnante italiano.

Marco Mortara si diplomò al Collegio rabbinico di Padova nel 1836, fu chiamato come rabbino a Mantova nel 1842 e occupò questa posizione fino alla sua morte. Egli era molto conservatore nel suo punto di vista religioso e si oppose all'abolizione del secondo giorno dei giorni santi che erano stati programmati da alcuni dei membri liberali della sua congregazione.[1]

Come un vero discepolo di Samuel David Luzzatto fu un forte oppositore della Cabala, che lo vide coinvolto in una accesa polemica con Elijah Benamozegh. Nel suo testamento scrisse il suo epitaffio, contenente dati meramente biografici ed esprimendo il desiderio che nessun sermone dovesse essere recitato al suo funerale e nessun elogio pubblicato sui giornali.

Oltre a molti sermoni e articoli, pubblicati in periodici tedeschi, ebraici, francesi e italiani, ha scritto libri di testo per l'insegnamento della religione, saggi su questioni religiose di attualità, saggi apologetici e opere bibliografiche, tra cui è di particolare importanza, un elenco di tutti i nomi relativi alla storia degli ebrei in Italia sotto il titolo Mazkeret Ḥakme Italiya: Indice Alfabetico dei Rabbini e Scrittori Israeliti di Cose Giudaiche in Italia, Padova, 1887.

È il padre del giudice e senatore italiano Lodovico Mortara e nonno dello statistico Giorgio Mortara.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Eleazar Horowitz, Responsa, No. 131, Vienna, 1870.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Rosenstein, Neal. "The Unbroken Chain," C.I.S. Publishers, The Computer Center for Jewish Genealogy, Elizabeth, NJ, 1990. ISBN 0-9610578-4-X.
  • (DE) Heinrich Graetz: Geschichte der Juden. Bd. 9. Oskar Leiner, Leipzig 1866, S. 232, 372, 378,379, 472

Riferimenti da JewishEncyclopedia[modifica | modifica sorgente]

  • Vessillo Israelitico, 1894, pp. 59–62
  • Corriere Israelitico, xxii. 217, 224-226
  • A list of Mortara's works, Elenco degli Scritti del R. Marco Mortara, is given in Vessillo Israelitico, 1886, pp. 188–190, and in Chaim David Lippe's Bibliographisches Lexicon, s.v.4;
  • Marco Mortara, in Mosé, v.307;

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Jewish Encyclopedia, New York, Funk and Wagnalls, 1901–1906. - Cfr. rispettivo articolo s.v. "MORTARA, MARCO", con la bibliografia di cui sopra.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]