Marco Giulio Alessandro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Giulio Alessandro (in latino: Marcus Iulius Alexander; Alessandria d'Egitto, 1244 circa) è stato un mercante romano. Fu un ricco commerciante ebreo di Alessandria d'Egitto, imparentato con la dinastia erodiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque intorno al 12, figlio del mercante e alabarca alessandrino Tiberio Giulio Alessandro Maggiore e nipote del filosofo Filone di Alessandria.

Seguì le orme del padre (a differenza del fratello Tiberio Giulio Alessandro, che preferì la carriera militare). I suoi affari vertevano sui porti di Berenice e Myos Hormos, due centri del commercio romano con l'India; la sua attività è testimoniata tra il 37 e il 43/44.

Nel 41 Marco sposò la tredicenne principessa Giulia Berenice, figlia del sovrano Erode Agrippa I, amico del padre di Marco. Il matrimonio non diede figli; Marco morì infatti entro pochi anni, tanto che nell'agosto 44 Berenice, vedova di Marco, poteva sposare lo zio paterno Erode di Calcide.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ross S. Kraemer, "Typical and Atypical Jewish Family Dynamics", in David L. Balch, Carolyn Osiek (a cura di) Early Christian families in context: an interdisciplinary dialogue, Wm. B. Eerdmans Publishing, 2003, ISBN 9780802839862, pp. 142–3.
  • Alexander Fuks, Social conflict in ancient Greece, BRILL, 1984, ISBN 9789652234667, p. 211.