Marco Bernacci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Bernacci
Bernacci bronx vigne.JPG
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 193 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Bellaria Igea Marina Bellaria Igea Marina
Carriera
Giovanili
2000-2001 Cesena Cesena
Squadre di club1
2001-2006 Cesena Cesena 115 (26)[1]
2006-2007 Mantova Mantova 31 (6)
2007-2008 Ascoli Ascoli 38 (16)
2008-2009 Bologna Bologna 13 (1)
2009-2010 Ascoli Ascoli 35 (15)
2010-2011 Torino Torino 1 (0)
2011-2012 Modena Modena 14 (1)
2012 Livorno Livorno 15 (2)
2012-2013 Bellaria Igea Marina Bellaria Igea Marina 25 (8)
2013-2014 Forli Forlì 18 (3)[2]
2014- Bellaria Igea Marina Bellaria Igea Marina 0 (0)
Nazionale
2004 Italia Italia U-20 1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 aprile 2014

Marco Bernacci (Cesena, 15 dicembre 1983) è un calciatore italiano, attaccante del Bellaria Igea Marina.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Bernacci muove i primi passi nel mondo del calcio in una delle tante squadre del suo quartiere, la Pol. Forza Vigne, la stessa da nella quale ha iniziato a giocare Gianni Comandini. Messosi subito in luce nel ruolo di attaccante, nonostante il fisico estremamente esile, viene prelevato dal settore giovanile del Cesena. È con la maglia della squadra della sua città che debutta nel mondo del calcio professionistico, in Serie C1, nella stagione 2001-2002.

Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002-2003 scende in campo 21 volte, segnando 4 reti (le prime da professionista). Nella stagione 2003-2004, Fabrizio Castori lo rende il perno dell'attacco bianconero, al fianco di Simone Cavalli: sono 6 le reti messe a segno, di cui l'ultima realizzata al Romeo Neri di Rimini, nel derby d'andata dei play-off per la promozione in serie Serie B. Gioca anche la finale di Lumezzane (21 le presenze totali) che regala al Cesena il salto di categoria.

Il 9 settembre 2004 Bernacci debutta in Serie B, in Cesena-Triestina 1-0. Il ritorno in Serie B dei bianconeri segna un punto di svolta anche per il giocatore, che diventa titolare nella squadra e pedina fondamentale. Chiude il suo primo anno di cadetteria con 33 presenze e 6 reti all'attivo.

Nella stagione 2005-2006 mette a segno 10 reti in 39 presenze.

Il passaggio al Mantova[modifica | modifica wikitesto]

Bernacci passa al Mantova con la formula della comproprietà (1.500.000 €) firmando un contratto che lo legherà alla società del presidente Lori sino al giugno 2011, squadra che, dopo la finale-play off dell'annata precedente, punta di nuovo alla promozione alla massima serie.

Il 13 gennaio 2007 ha favorito l'autogoal di Robert Kovač grazie al quale la sua squadra è riuscita a vincere contro la Juventus costringendola alla prima sconfitta della propria storia nel campionato di Serie B. Da ricordare anche la doppietta con la quale permette al Mantova di battere il Cesena con 4-3 dell'andata: in polemica con i suoi ex tifosi che ignora nonostante lo striscione di incitamento, esulta platealmente. Il rapporto con Domenico Di Carlo, allenatore virgiliano, degenera dopo poche giornate, e la seconda parte del campionato si chiude nel quasi totale anonimato.

L'esperienza all'Ascoli[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2007 il Mantova ricede la propria percentuale al Cesena per (1.500.000 €). Il Cesena a sua volta lo vende all'Ascoli che acquista la metà del cartellino (1.400.000 €). Ad Ascoli diventa nuovamente il protagonista dell'attacco, mettendosi in luce per i tanti gol (senza battere i rigori) messi a segno. Contro il Cesena mette a segno due reti nel 5-2 dell'andata, ed una in quella di ritorno, condannando i romagnoli alla retrocessione in Serie C, nonostante il cartellino sia ancora per metà di proprietà della squadra della sua città.[3]

Il passaggio al Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2008 il Cesena e l'Ascoli sono ancora comproprietari del cartellino del giocatore, e dopo alcune affermazioni in chiave pro cesenate:

« Confalone al Bologna? Non penso di poter dare consigli ad uno come lui. Mi limito solo a dire che se capitasse a me, come poi è già accaduto con il Rimini, che qualcuno mi proponesse di andare in una squadra rivale del Cesena, io rifiuterei. Io sono tifoso del Cesena ed il mio sogno è di andare in serie A con questa squadra »
(Marco Bernacci - Corriere Romagna, 25 ottobre 2007)

il giocatore sceglie i colori rossoblu firmando un contratto quinquennale, richiesto espressamente dal suo amico e corregionale romagnolo Arrigoni. Al Bologna fatica inizialmente a trovare spazio, chiuso da Di Vaio e Marazzina, ma con l'arrivo del nuovo allenatore Siniša Mihajlović inizialmente riesce a ritagliarsi un ruolo da titolare e riesce a segnare il primo gol in Serie A nel 5-2 al Torino del 14 dicembre 2008 su calcio di rigore. Ma le difficoltà per l'attaccante non sono finite, l'arrivo di Pablo Osvaldo e alcune prestazioni pessime l'hanno spinto ai margini della squadra titolare.

Il ritorno ad Ascoli[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la stagione al Bologna, il 31 luglio 2009 viene ceduto all'Ascoli sulla base del prestito con diritto di riscatto. L'Ascoli, nonostante i 15 gol segnati, non lo riscatta e il giocatore torna al Bologna per l'estate 2010[4]

Il trasferimento al Torino ed il momentaneo ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 agosto 2010 il Bologna lo cede al Torino in uno scambio di prestiti con il difensore Matteo Rubin.[5], ma il 26 agosto, giorno successivo all'esordio in maglia granata nella prima partita di campionato contro il Varese persa 2-1, per motivi strettamente personali, si ritira temporaneamente dal calcio giocato, rimanendo sempre sotto contratto con il Torino, ma con la sospensione degli emolumenti.[6]

Modena, Livorno e Bellaria[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 giugno 2011 il giocatore afferma di voler ritornare al calcio giocato[7] e l'8 luglio 2011 viene acquistato dal Modena con la formula del prestito.[8] Gioca la sua prima partita, seppur non ufficiale, in maglia canarina, disputando 25 minuti nell'amichevole di Fiumalbo contro l'Empoli, poi persa per 0-1 con gol di Francesco Tavano.[9]. Gioca la sua prima partita ufficiale nel 3º turno di Coppa Italia 2011-2012 nella vittoria dei Canarini contro la Reggina per 2-1.

Ridotto ai margini della rosa canarina, l'11 gennaio 2012 viene ufficializzato il suo passaggio in prestito al Livorno nell'operazione che porta Romano Perticone in prestito al Modena. Il 31 marzo sigla la sua prima rete contro il Gubbio, gara vinta per 2 a 1 per gli 'amaranto.[10] Nell'ultima partita di campionato Livorno-Grosseto 2-0 riesce a siglare una rete e conquista la salvezza con il Livorno. Tornato al Bologna, il successivo 4 luglio rescinde il suo contratto con la squadra emiliana[11]

Il 31 agosto 2012, ultimo giorno di calciomercato, da svincolato[12] firma per il Bellaria Igea Marina in Seconda Divisione.[13][14]

Il Passaggio al Forlì ed il ritorno al Bellaria[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 luglio 2013 viene ingaggiato dal Forlì calcio firmando un contratto di due anni.[15] Il 22 luglio 2014 ritorna al Bellaria, in Serie D[16].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 aprile 2004 viene convocato nella Nazionale Under-20, esordendo nella gara contro i pari età della Turchia.[17]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º maggio 2012.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Italia Cesena C1 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2002-2003 C1 21 4 - - - - - - - - - 21 4
2003-2004 C1 21+4[18] 6+1 - - - - - - - - - 25 7
2004-2005 B 33 6 - - - - - - - - - 33 6
2005-2006 B 39+2[18] 10+0 - - - - - - - - - 41 10
Totale Cesena 121 27 - - - - - - - - - 121 27
2006-2007 Italia Mantova B 31 6 - - - - - - - - - 31 6
2007-2008 Italia Ascoli B 38 16 CI 2 0 - - - - - - 40 16
2008-2009 Italia Bologna A 13 1 CI 1 0 - - - - - - 14 1
2009-2010 Italia Ascoli B 35 15 CI 2 0 - - - - - - 37 15
Totale Ascoli 73 31 - 4 0 - - - - - - 77 31
2010-2011 Italia Torino B 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
2011-gen. 2012 Italia Modena B 14 1 CI 2 0 - - - - - - 16 1
gen.-giu. 2012 Italia Livorno B 15 2 CI 0 0 - - - - - - 15 2
Totale carriera 270 68 6 0 2 0 280 68

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cesena: 2003-2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 121 (27) se si comprendono anche i play-off della Serie B e della Serie C1
  2. ^ 22 (3) se si comprendono i play-out.
  3. ^ I fischi a Marco Bernacci, bronxvigne.it, 28 marzo 2008. URL consultato l'11 giugno 2011.
  4. ^ Bernacci in prestito all'Ascoli, bolognafc.it. URL consultato il 31 luglio 2009. [collegamento interrotto]
  5. ^ Bernacci al Toro in torinofc.it, Torino FC, 20 agosto 2010. URL consultato l'11 giugno 2011.
  6. ^ Calciomercato Torino: Bernacci si prende una pausa per la depressione. Attacco all'osso, sportevai.it, 26 agosto 2010. URL consultato l'11 giugno 2011.
  7. ^ Bernacci sta bene e va al Modena in torinogranata.it, 22 luglio 2011.
  8. ^ Notizie dal Calciomercato in modenafc.net, 8 luglio 2011.
  9. ^ Andrea Lolli, LIVE: MODENA-EMPOLI 0-1 - FINALE in tuttomercatoweb.com, 6 agosto 2011. URL consultato l'8 agosto 2011.
  10. ^ Gubbio-Livorno 1 a 2, datasport.it, 31-03-2012.
  11. ^ Pasquato al Bologna: UFFICIALE, rescinde Bernacci, calciomercato.com, 3-07-2012.
  12. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  13. ^ cumunicato stampa Bellariaigeamarinacalcio.it
  14. ^ C'è anche Bernacci tra i rinforzi del Bellaria, tuttomercatoweb.com, 01-09-2012.
  15. ^ Contratto biennale, ecco il colpo Bernacci: il bomber si presenta ai tifosi
  16. ^ Ufficiale il ritorno di Marco Bernacci al Bellaria Smtvsanmarino.sm
  17. ^ Convocazioni e presenze in campo-Marco Bernacci in figc.it, 22 luglio 2011.
  18. ^ a b Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]