Marco Antonio Antimaco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Antonio Antimaco (Mantova, 1473 circa – Ferrara, 1552) è stato un umanista, letterato e traduttore italiano, dedito principalmente all'insegnamento e alla traduzione dal greco.

Antimaco nacque a Mantova. Suo padre, che aveva ricevuto a sua volta un'educazione letteraria, lo mandò ancor giovane in Grecia, dove egli trascorse circa cinque anni a studiare il greco sotto gli insegnamenti di un maestro di Sparta, Giovanni Mosco. Ritornato in Italia, aprì a Mantova una scuola di lingua greca e belle lettere che divenne poi molto famosa. In seguito si spostò a Ferrara, dove diede vita a un'iniziativa analoga, e dove morì nel 1552.

Oltre che insegnante, fu anche traduttore di varie opere della letteratura greca, che furono pubblicate a Basilea nel 1540, insieme a un'orazione in lode della letteratura greca. Fu anche autore di alcune opere poetiche in latino, alcune delle quali furono pubblicate, mentre altre si sono conservate in manoscritto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]