Marco Albini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Albini (Milano, 9 agosto 1940) è un architetto e designer italiano.

Figlio dell'architetto e designer funzionalista Franco Albini e di Carla Vaccari, si è laureato nel 1965 presso il Politecnico di Milano, di cui attualmente è docente di Progettazione architettonica e urbana[1]; è entrato a far parte dello studio del padre a partire dagli anni '60. Oggi è titolare di un suo studio di architettura ed è considerato uno specialista negli allestimenti museali.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le altre opere eseguite con lo studio Marco Albini/Franca Helg/ Antonio Piva vanno ricordate:

Ha dapprima affiancato e poi è succeduto al padre nella progettazione delle stazioni delle Linee 1 e 2 della Metropolitana di Milano fino al 1990, in collaborazione con Franca Helg e Antonio Piva. Con il suo studio ha progettato la stazione Molino Dorino della Linea 1 e la stazione di interscambio Romolo (metropolitana di Milano) della Linea 2, poi non eseguita.

Attualmente è presidente della Fondazione Franco Albini e continua l'attività di progettazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.diap.polimi.it/index.php?id=323&uid=13 Scheda docente Politecnico

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Darko Pandakovich, Marco Albini/Franca Helg/Antonio Piva, architettura e design, Arnoldo Mondadori Editore, Milano 1986.
  • Luca Basso Peressut, Valente Ilaria, Milano. Architetture per la città: 1980-1990, Edizioni Domus, Rozzano 1989.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]