Marcatore molecolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un marcatore molecolare è un termine riferito a molecole che indicano l'esistenza di un fenomeno chimico o fisico.

In geologia ed astrobiologia, i biomarcatori sono molecole che indicano la presenza (passata o presente) di organismi viventi. In medicina, un marcatore molecolare è una sostanza introdotta in un organismo al fine di ottenere determinate informazioni. Per esempio, il cloruro di rubidio è usato come isotopo radioattivo per osservare il miocardio. In biologia e medicina, un biomarcatore è una sostanza, propria di un organismo, che indica un particolare stato di malattia. Per esempio, la presenza di un anticorpo può indicare un'infezione. In genetica, un marcatore molecolare, inteso come marcatore genetico, è un frammento di DNA che si associa ad una parte specifica di un genoma.

I marcatori molecolari sono usati in esperimenti di biologia molecolare e biotecnologie per identificare particolari sequenze di DNA. Poiché queste sono altamente specifiche, marcatori possono essere creati in modo da legarsi ad una sequenza di DNA e non ad altre.