Marc de Beauvau, principe di Craon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Principe di Beauvau-Craon di Hyacinthe Rigaud. Nancy, musée lorrain

Il marchese François Vincent Marc de Beauvau-Craon, marchese d'Haroué e, dal 13 novembre 1722, principe di Craon e del Sacro Romano Impero, dall'8 maggio 1727, grande di Spagna (29 aprile 167910 marzo 1754), è stato un politico francese, dal 1737 al 1749 Presidente del Consiglio di Reggenza del Granducato di Toscana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Louis, marchese di Beauvau (1638-1703) e della sua seconda moglie, Anne de Ligny, lui sposerà il 16 settembre 1704 a Lunéville Anne-Marguerite de Lignéville (1686-1772), contessa del Sacro Romano Impero e favorita del duca Leopoldo di Lorena.

Fu precettore del giovane duca Francesco III Stefano di Lorena e amico d'infanzia del padre il duca Leopoldo di Lorena. Quando in seguito alla fine della Guerra di successione polacca la Francia e l'Austria sottoscrissero la pace, il duca fu costretto a cedere la Lorena in cambio della Toscana. Craon ne fu nominato governatore nel 1737 alla morte dell'ultimo granduca Gian Gastone, e amministrò per lui, con il titolo di Presidente del Consiglio di Reggenza il Granducato di Toscana.

Il principe suggerì a Francesco Stefano, la creazione di un Consiglio di Reggenza del quale facessero parte i notabili della regione che agisse nel nome del granduca. Il 9 luglio 1737 alla morte del granduca Gian Gastone venne creato il Consiglio di Reggenza e Craon andò a presiederlo.

Francesco Stefano di Lorena nel 1749 lo liberò dai suoi doveri ed egli ritornò in Francia.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Marc e Anne-Marguerite ebbero otto figli e dodici figlie comprese:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco)
Predecessore Presidente del Consiglio di Reggenza del Granducato di Toscana Successore
Titolo inesistente 1737 - 1749 Emmanuel de Nay, conte di Richecourt

Controllo di autorità VIAF: 29610262