Marble Madness

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marble Madness
Marble Madness.png
Schermata del gioco
Sviluppo Atari Games
Pubblicazione Atari Games
Ideazione Mark Cerny
Data di pubblicazione 1984
Genere Piattaforme
Tema Astratto
Modalità di gioco Singolo giocatore, due giocatori
Piattaforma Arcade, Amiga, Amstrad CPC, Apple II, Apple IIGS, Atari ST, Commodore 64, Game Boy, Game Boy Advance, Game Gear, MS-DOS, NES, Sega Master System, Sega Mega Drive, ZX Spectrum, Telefono cellulare
Periferiche di input Trackball, joystick, tastiera, Gamepad, mouse
Seguito da Marble Blast Gold
Specifiche arcade
CPU Motorola 68010
Processore audio Yamaha YM2151
Schermo 19 orientato orizzontalmente
Risoluzione 336 x 240 punti

Marble Madness è un videogioco arcade sviluppato e pubblicato dalla Atari Games nel 1984. Il gioco si basa su una trackball utilizzata dal giocatore per comandare una pallina che rotola in un labirinto isometrico in stile Escher che va completato in un tempo limite.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Marble Madness può essere giocato in singolo o in doppio, nel caso di gioco in doppio ogni giocatore compete con l'altro per terminare nel minor tempo possibile la mappa, il tempo che l'altro giocatore impiega a terminare la mappa viene fornito come bonus al vincitore. Se giocato da un singolo giocatore questo può utilizzare entrambe le trackball per ottenere dei movimenti più rapidi.

Dopo il primo livello d'addestramento chiamato "Practice" (Pratica) il giocatore deve destreggiarsi tra cinque livelli sempre più complessi. I livelli sono "Beginner," "Intermediate", "Aerial," "Silly" e "Ultimate". Il tempo risparmiato da un livello viene fornito al livello successivo più un modesto premio extra per aver superato il livello.

Un ridotto numero di nemici sono presenti sui livelli, tra cui altre palline che danno pericolose spinte e mostri che possono ingoiare la pallina, sebbene il principale problema del giocatore sia la conformazione fisica degli stessi livelli. Questi contengono molti pozzi e passaggi insidiosi in cui si può precipitare. A seconda dell'altezza la pallina può essere momentaneamente stordita o sfracellarsi. Quando viene distrutta, la pallina si rigenera subito, può rigenerarsi un numero illimitato di volte ma questo causa una perdita di tempo; l'unico modo per perdere è esaurire il tempo.

Questo fu il primo gioco per il sistema Atari System 1, fu anche il primo videogioco ad avere un vero sonoro stereofonico scritto dai compositori Brad Fuller e Hal Conon, con i suoni sviluppati da Earl Vickers.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi