Mara Berni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mara Berni in una foto degli anni sessanta.

Mara Berni, nome d'arte di Mara Bernasconi (Brunate, 12 giugno 1932), è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Assecondando i desideri dei genitori, esordì da bambina nella "Compagnia dei piccoli" di Wanda Petrini, seguendo contemporaneamente le lezioni dell'anziana attrice Teresa Franchini. Terminati gli studi, studiò danza e pianoforte, ed esordì come conduttrice televisiva ed annunciatrice.

Bionda, formosa, dotata di una bellezza fresca e sensuale, Mara Berni partecipò a circa quaranta pellicole realizzate fra gli anni cinquanta e sessanta, soprattutto di genere brillante, al fianco di grandi nomi come Alberto Sordi (Buonanotte... avvocato!, 1955, di Giorgio Bianchi; Il vigile, 1960, di Luigi Zampa) e Totò (Totò, Peppino e... la dolce vita, 1961, di Sergio Corbucci).

Attrice dotata di grazia e disinvoltura, fu troppo spesso relegata nel ruolo di "donna fatale", anche in chiave comica, e si può dire a ragione che ella non sia stata sfruttata al meglio delle sue capacità. A partire dalla metà degli anni sessanta ella abbandonò lo schermo, ma lavorò talvolta per la televisione, sia recitando in romanzi sceneggiati, dove ricordiamo la breve ma intensa e commovente parte della madre di Cecilia ne "I promessi sposi" di Sandro Bolchi (1967), ed anche partecipando a trasmissioni di varietà (fu reso un giusto tributo alla sua bellezza quando venne scelta per interpretare la parte della dea Venere nel brillante spettacolo musicale Biblioteca di Studio Uno di Antonello Falqui, con il Quartetto Cetra, nella puntata dedicata all'Odissea) sino alla fine degli anni ottanta.

Sposatasi in seconde nozze nell'ottobre del 1989 con il ricchissimo industriale pakistano Tarik Mamoud Rana (da cui ha avuto, nel 1990, una figlia, all'età di cinquantanove anni), attualmente vive fra Los Angeles e l'Italia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Mara Berni ne Il moralista 1959

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]