María Mercader

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
María Mercader

María Mercader Forcada (Barcellona, 6 marzo 1918[1]Roma, 26 gennaio 2011) è stata un'attrice spagnola naturalizzata italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1939 ebbe inizio la sua attività in Italia, dove interpretò diversi film.

Nel 1942, sul set del film Un garibaldino al convento, conobbe il regista Vittorio De Sica, che dopo il divorzio ottenuto dalla precedente moglie Giuditta Rissone, sposò nel 1959 in Messico. Il matrimonio non fu riconosciuto dalla legge italiana. Ottenuta la cittadinanza francese nel 1968, si sposarono nuovamente a Parigi.

Era la madre di Christian De Sica e Manuel De Sica, nonna di Brando De Sica e Maria Rosa De Sica e consuocera di Mario Verdone, padre di Carlo Verdone.

Sorella di Ramón Mercader, assassino del politico e rivoluzionario russo Lev Trockij.

Nel 1988 recitò in La casa del sorriso, diretto da Marco Ferreri, film che nel 1991 vinse l'Orso d'Oro al Festival del Cinema di Berlino.

È morta a Roma all'età di quasi 93 anni, il 26 gennaio 2011[1][2].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Virgilio Riento e Maria Merceder nel film Due cuori sotto sequestro

Doppiatrici[modifica | modifica wikitesto]

Fonte parziale: Il mondo dei doppiatori

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Addio alla Mercader, la vedova di De Sica
  2. ^ È morta Maria Mercader De Sica, moglie di Vittorio e mamma di Christian

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiti R., Lancia E., Orbicciani A., Poppi R., Dizionario del cinema italiano. Le attrici, Gremese, Roma, 1999.
  • Lo schermo, fascicoli vari

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 88001129